ESCLUSIVA, Gonzatto: "Spero che il Toro esca vittorioso da questo derby"

18.02.2022 18:12 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA, Gonzatto: "Spero che il Toro esca vittorioso da questo derby"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giulio Graglia

Sabrina Gonzatto è una giornalista e scrittrice che parla spesso di Toro, soprattutto con libri e anche opere teatrali di successo. Questo è il suo pensiero per TorinoGranata sull'imminente derby.

“Sono sincera non amo molto la stracittadina perché lo patisco, ma oggi gli concedo il benvenuto, perchè per qualche ora toglie l’attenzione alla nostra brutta quotidianità, guerre imminenti, Covid, caro bollette e via di questo passo. Fa bene allo spirito, se preso nel modo giusto, sarebbe un bello smacco per la Juve perderlo. Il gruppo che hanno alle spalle a Torino concede ben poco, con molte loro sedi all'estero. Vorrei che il Toro ne uscisse vittorioso. Fosse così temibile da non dare speranze alla Juve. Vorrei dare al Toro tanta forza, sfrontatezza, venendo all'Allianz a giocarsela ad armi pari. Il Toro con Juric ha iniziato a fare delle belle partite. Da questo derby li vorrei vedere uscire con tanta gioia addosso".

Secondo te c'è un problema portiere?

"Mi sono arrabbiata dei suoi errori, ma se guardiamo a tutto quello che ha fatto non possiamo pensare male, deve essere più concentrato, anche lui può fare la differenza, quando calcia lo fa più da giocatore che da portiere e questo può anche essere positivo, visto come un valore aggiunto. Può fare la differenza".

Come vedi l’ipotetica lotta tra Bremer e Vlahovic?

"Bremer è un buon giocatore, dall’altra parte ce n’è un altro molto bravo, ma non credo che il Toro sia così inferiore in campo. Se la possono giocare. Non dimentichiamo Brekalo, che è un bel giocatore, ha un futuro roseo, si impegna, è sempre presente. Spero giochi anche Ansaldi, è elegante, va all’obiettivo. E poi penso al gol annullato a Belotti contro il Venezia, qualcuno gli deve dare la possibilità di segnare, che venga in qualche modo risarcito. Anche Sanabria è un giocatore intelligente. Juric, secondo me, ha dato una nuova idea di calcio, che ciascun giocatore sia leader di se stesso. Questa responsabilità è positiva".