Berenguer, da partente sicuro a risorsa preziosa per Mazzarri

Il 24enne di Pamplona fino a qualche settimana fa sembrava un sicuro partente, anche perché aveva mercato. Oggi invece è ancora uomo Toro
12.07.2019 18:28 di Federico Danesi   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Berenguer, da partente sicuro a risorsa preziosa per Mazzarri

Alex Berenguer via dal Toro, ma chi l'ha detto? Dino ad un paio di settimane fa il 24enne di Pamplona era uno dei candidati più seri insieme a Simone Zaza per sfoltire l'attacco granata o almeno per dargli una rinfrescata in vista della prossima stagione anche perché uno dei pochi che possa avere mercato interessante. Sei i milioni versati per averlo, almeno il doppio per cederlo anche se l'Athletic Bilbao che è l'unica ad essersi interessata seriamente per riportarlo a casa per ora ha mollato la presa. E allora scatta il piano B che è sempre un bel guardare: Alex come esterno puro, posizione nella quale ha sempre reso al meglio, oppure come secondo dei due giocatori dietro ad Andrea Belotti o comunque alla prima punta, secondo le nuove idee di Walter Mazzarri. La discontinuità è stata un suo marchio di fabbrica, vero. Ma c'è anche un'età che gioca dalla sua, ci sono sprazzi che hanno dimostrato il suo valore. C'è il fatto che alla seconda stagione piena con il tecnico livornese può anche lui diventare un fattore considerando la mole di gare che attende il Toro. Nel calcio può cambiare tutto il fretta, ma oggi Berenguer è uno da Toro.