Belotti ospite di Cattelan nello show di Sky Uno: "A Torino solo granata"

 di Alex Bembi  articolo letto 4317 volte
© foto di Federico Gaetano
Belotti ospite di Cattelan nello show di Sky Uno: "A Torino solo granata"

Un Gallo in versione inedita ha partecipato questa sera allo show di Sky Uno, E poi c'è Cattelan. Il bomber granata ha vinto la sua timidezza e si è divertito al fianco del giovane conduttore di fede interista, regalandogli una maglia del Toro e sfidandolo in alcuni giochi in studio, tipici del programma che ospita da un paio di stagioni grandi atleti, musicisti e attori del panorama nazionale e internazionale.

Nell'intervista di rito, il Gallo ha parlato della sua lotta per il titolo dei cannonieri della serie A “La lotta per il titolo di capocannoniere è bella perchè è agguerrita. Nessuno molla, siamo tutti lì”, del passato a Palermo "All’inizio sembrava di cambiare pianeta. Da una Bergamo con la gente fredda e diffidente a una Palermo dove la gente ti conosce e la sera stessa ti invita a casa sua a mangiare. Il calore e l’affetto che ho trovato a Palermo mi hanno aiutato a superare i primi momenti di difficoltà. Ho giocato con Dybala, ma tra il fantasista Vazquez e il modulo a una sola punta, giocava sempre lui! Io entravo a partita in corso, in coppia abbiamo giocato solo contro il Torino. Io non ho fatto gol, lui sì…” e del suo imminente matrimonio con una palermitana "Il 15 giugno ci sposiamo. Un passo che abbiamo voluto fortemente insieme. Del matrimonio me ne occupo poco: arrivo solo al momento di pagare! Comunque è il giorno più importante della nostra vita ed è giusto sia tutto bellissimo. Organizza tutto la mia ragazza, lei che è la precisa di famiglia”.

La frase cult però, quella che ha mandato in sollucchero tutti i tifosi granata è stata riguardo il derby cittadino: "A Torino i tifosi si insultano meno che in altre piazze con il derby? Si perchè Torino sono tutti tifosi del Toro. Gli juventini sono per lo più nei dintorni". A proposito di derby, il tifoso speciale del Gallo in casa Bonucci? "E’ una cosa che va oltre il calcio. Ammiro molto Bonucci per aver manifestato questa cosa pubblicamente nonostante sia un giocatore della Juve. Non solo ha accettato la scelta del bambino, ma la ha anche confessata pubblicamente”. 

Il Gallo piace proprio a tutti.