Belotti è arrivato al Torino e Maksimovic non parte, forse … e Peres?

Ventura ha l’intero organico a diposizione. Rimangono in sospeso le eventuali cessioni di Maksimovic e Peres, il Torino resiste, ma Napoli e Roma non mollano il pressing per aggiudicarseli.
19.08.2015 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Belotti è arrivato al Torino e Maksimovic non parte, forse … e Peres?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Ieri è stata la giornata di Belotti approdato in granata a titolo definitivo e con l’arrivo dell’attaccate la rosa del Torino è al completo. Per quel che riguarda il numero dei giocatori sicuramente, sui nomi qualche dubbio rimane ancora. E’ vero che il presidente Cairo a Radio Kiss Kiss ha dichiarato che ormai per cedere Maksimovic è tardi e neppure a fronte della classica offerta irrinunciabile il difensore andrà via perché non c’è più il tempo per sostituirlo. Mah, il mercato chiuderà il 31 agosto alle ore 23 e ci sono ancora 12 giorni, quindi sulla carta il tempo c’è, però è evidente che non è molto, soprattutto se il Torino non ha individuato un sostituto o almeno non è sicuro di riuscire a prenderne uno valido e a un prezzo accettabile.

Sorge quindi una domanda: Maksimovic è contento di restare? L’accordo di massima che aveva raggiunto con il Napoli gli avrebbe permesso di guadagnare più del doppio di quello che percepisce al Torino. Non è cosa da poco. Finora Cairo è stato di parola e sta facendo di tutto per non cedere i giocatori più ambiti e ha allestito una rosa prendendo giovani di prospettiva che hanno già dimostrato qualche buona qualità. Unica cessione Darmian, ma si sapeva. Non credere alle parole del presidente sarebbe scorretto, però l’estate scorsa Cerci andò via proprio sul finale del calciomercato, non è detto che si ripeta quest’anno con Maksimovic, ma escluderlo al cento per cento non è possibile. Forse potrebbe accadere quello che successe con D’Ambrosio: l’addio a gennaio, già ma nel frattempo il Napoli avrà trovato un difensore centrale e ben difficilmente il club partenopeo sarà la destinazione del serbo. La sensazione è che o Nikola andrà via entro la settimana, quindi prima che inizi il campionato, oppure resterà, fino a quando è un altro discorso, parecchio dipenderà se ci sarà per lui oppure no il rinnovo del contratto con adeguamento dell’ingaggio.

C’è ancora un fronte aperto ed è quello di Peres, un affondo della Roma a breve giro di posta è molto più che probabile e il Torino da tempo ha individuato in Faraoni dell’Udinese il sostituto e in più in rosa c’è già Zappacosta, quindi lo scenario è decisamente differente rispetto a quello che vede coinvolto Maksimovic. Che vadano via entrambi è quasi impossibile, Cairo perderebbe la credibilità e non basterebbe affermare che i giocatori hanno chiesto di andarsene e trattenerli sarebbe stato controproducente per lo spogliatoio. Fare una valutazione tenendo conto solo degli interessi del campo porta a dire che l’addio di Peres potrebbe avere minore incidenza, mentre quello di Maksimovic molto di più, anche se c’è Bovo che ha esperienza e qualità, ma un fisico un po’ delicato e sembrerebbe troppo un azzardo basarsi solo sull’altra soluzione interna: Glik sul centro destra e Jansson in mezzo e prendere un altro giocatore per tamponare. A meno che il giocatore non abbia un tasso qualitativo comprovato, ma chi ha tali caratteristiche quanto costerebbe e sarebbe possibile strapparlo all’attuale squadra? Tante domande e poche risposte. I tifosi del Toro non sono del tutto tranquilli e forse un po’ d’apprensione ce l’ha anche Ventura.