Anche con l’Atalanta si rinnova il ballottaggio fra Lopez e Belotti

Il Torino è alla ricerca dei gol che lo riportino a vincere. Trovare il partner giusto per Quagliarella potrebbe essere la soluzione o magari anche arrivare a cambiare modulo.
20.11.2015 10:49 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per Torinogranata.it
Anche con l’Atalanta si rinnova il ballottaggio fra Lopez e Belotti
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il Torino deve tornare a vincere perché sono troppi cinquantaquattro giorni a oggi senza conquistare i tre punti e con due soli punticini incamerati in questo periodo. Procrastinare un tale andamento, lo score è da retrocessione, o anche solo incrementarlo di poco vorrebbe dire compromettere la stagione e ridimensionare gli obiettivi tornando a parlare di lotta per la salvezza. Visto che la rosa del Torino non è da squadra che si deve salvare - pur con l’handicap dei tanti infortuni che hanno inciso finora e per ancora un po’ di tempo influiranno, almeno fino a quando non torneranno a disposizione la maggior parte dei lungodegenti – Ventura e i giocatori devono cambiare marcia e rimettersi in carreggiata.

L’ostacolo Atalanta va superato e per riuscirci il Torino deve tornare a segnare ecco che si ripropone allora il ballottaggio fra Maxi Lopez e Belotti e la sensazione è che quest’ultimo sia in vantaggio sull’argentino per indossare la maglia da titolare e affiancare Quagliarella. Nel periodo “nero” Ventura ha utilizzato Maxi dal primo minuto con il Carpi (sconfitta), il Milan (pareggio) e la Juventus (sconfitta), mentre Andrea con la Lazio e l’Inter (due sconfitte), ed entrambi con il Genoa (pareggio). Tenendo ben presente che ogni partita fa storia a se, non si può in generale però affermare che l’utilizzo di uno sia più conveniente rispetto a quello dell’altro, anche se va ammesso che quando Quagliarella e Maxi Lopez sono in campo insieme il Torino riesce a tenere il baricentro più alto e le difese avversarie sono in maggiore allarme.

Due gol Maxi Lopez li ha realizzati e ha propiziato l’autogol di Gonzalez nella gara con il Palermo, l’ultima vinta dai granata, e ha anche fornito un assist. Belotti, invece, non è ancora riuscito a segnare, però di assist ne ha fatti tre. Le occasioni da gol sono state cinque per l’argentino e tre per l’ex giocatore del Palermo. La scelta anti Atalanta non è facile, però dovrà essere quella giusta perché al Torino mancano i gol degli attaccanti, come dimostra il fatto che Quagliarella e Maxi Lopez ne hanno realizzati sei in dodici partite e gli altri nessuno, il numero è esiguo per una squadra che era partita con l’ambizione di piazzarsi in un posto utile per tornare a giocare in Europa League. Ipotizzare un cambio di modulo che preveda l’utilizzo di tre punte, quindi Quagliarella, Maxi Lopez e Belotti contemporaneamente in campo dal primo minuto, in un momento così delicato e con ancora giocatori infortunati potrebbe sembrare una follia, però, alle volte avere il coraggio d’azzardare può alla fine risultare la mossa vincente. I pareggi non servono per uscire dalla crisi di risultati in cui è finito il Torino, tutti sanno che ci vuole una svolta immediata e duratura.