Toro, pro e contro del 4 maggio

04.05.2010 13:30 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Toro, pro e contro del 4 maggio
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Oggi ricorre il 61° anniversario dalla tragedia di Superga, come nel migliore copione di questa infausta giornata piove a dirotto e mai come ora il mondo Toro è diviso: ci sono i pro ed i contro.

COme in tutte le cose della vita ci sono i lati positivi e quelli negativi, i pro ed i contro appunto e spesso ci si ferma ad analizzarli (non sempre) per fare il famosissimo punto della situazione.

La situazione in effetti non si può dire che sia rosea ed è inutile ripercorrere la strada che ha portato il Toro fino a qui ... ma oggi, 4 Maggio vogliamo parlare di chi è a favore ed di chi è contro al fatto che Cairo, il Presidente del Toro, sia presente a Superga.

Una buona fetta di persone si è opposta al "Cairo presente", c'è chi l'ha fatto in maniera civile, chi in modo tagliente, chi blandamente e chi battendo i pugni sul tavolo.
Uno dei motivi per cui Cairo non ci sarà è sicuramente dettato dal fatto che non è possibile garantire l'ordine pubblico a Superga in caso di contestazione.

Noi, in maniera sommessa, ci permettiamo di dire che non siamo d'accordo.

In queste occasioni mischiare la storia con l'attualità pensiamo non sia una cosa ben fatta, limitare la libertà di qualcuno non è sicuramente un bel precedente.

Le motivazioni sono le più disparate e abbiamo provato a scandagliarle un poco, chiedendo ai detrattori di Cairo il perchè di questa loro presa di posizione così netta.

I motivi sono immaginabili, la squadra va male, sono state create speranze disattese, alcune cose in effetti lo riconosciamo pure noi sono state fatte male, in maniera pasticciata e a volte con colpevole dilettantismo ... alla fine però rimane la volontà di vedere Cairo lasciare il Toro in altre mani.

Ha preso la società per un pugno di dollari e non ha speso e fatto quello che aveva promesso e noi non lo vogliamo più, in sintesi il pensiero di chi è contro.

Però ci permettiamo di dirlo, oggi si parla di commemorare chi ha fatto la storia del Toro e non di chi sarà il prossimo propietario.
Che in questa giornata non sia presente chi detiene il comando, eticamente non ci sembra una gran cosa ... per noi il 4 Maggio è una data che va al di la di qualsiasi cosa, un po' come è il nostro pensiero a riguardo del Fila ... quella (anche se oggi è scalcinata) è la casa del Toro e la porta è sempre aperta a chiunque voglia avvicinarsi alla storia del Toro.

Detto questo, che sia chiaro, per noi chi è pro e chi è contro appartiene comunque alla grande famiglia granata e per questo in qualunque caso sara sempre un "fratello di virus".

Un tenero pensiero per quei ragazzi che 61 anni fa videro interrotta la loro storia terrena e che non riusciro a vivere fino in fondo la loro vita, entrando però nel cuore di tutti (... tutti ...) e nella Storia del Calcio.




GMC