Toro, l'imperativo è non perdere il treno playoff

13.12.2010 16:29 di Giulia Borletto   vedi letture
Toro, l'imperativo è non perdere il treno playoff
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Mariani

L'incontro di questa sera tra Triestina e Torino ha un significato profondo per entrambe le compagini. Da una parte i granata cercheranno di arrivare a quota 8 risultati utili consecutivi, cosa mai riuscita neanche nell'ultimo anno di Serie A, dall'altra invece ci sarà una formazione che non vince da quattro gare, che ha racimolato solo due punti e un gol fatto. Mister Iaconi è ad un passo dall'esonero e solo una buona prestazione questa sera potrebbe non dare lo scossone definitivo alla panchina alabardata. Il tecnico giuliano comunque cerca di far trasparire serenità, serenità dimostratagli anche dal presidente Fantinel nella scorsa settimana: “Mi aspetto una partita difficilissima contro il Torino, ma venderemo cara la pelle. Il tecnico non è a rischio, sono i giocatori che devono fare meglio, per salvarsi serve un approccio diverso”. 

Per quanto riguarda il Torino invece, c'è da smaltire ancora la delusione per il parreggio agguantato dal Siena sul finale di gara domenica scorsa. I granata infatti vengono sì da quasi due mesi di buone prestazioni, ma la vittoria in trasferta manca da davvero troppo tempo e dopo quattro pareggi e solo tre successi, il momento è quello buono per tornare a guadagnarsi tre punti lontani dall'Olimpico. L'imperativo è non perdere il treno playoff e aspettare i passi falsi delle dirette concorrenti, non dimenticandosi di guardare sempre prima il proprio orticello. Reggina e Livorno al momento sono sul gradino dei 31 punti, ovvero a più 5 dal Toro. La classifica di B è corta e soprattutto lunga: di tempo ce n'è ancora tanto ma continuare ad inciamparsi sarebbe solo controproducente.