Toro, grazie capitano

09.01.2011 19:14 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.srweb.eu
Toro, grazie capitano
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Mariani

E' finita in parità fra Padova e Torino con un bel gol di Bianchi e un gol di "sfiga" da palla inattiva, con il solito rimpallo che favorisce uno stupefatto Legati che si ritrova la palla sui piedi ... ma conclude molto bene.

 

Non aveva demeritato il Toro, anzi, nonostante una partita in ombra di diversi suoi elementi e con Lerda che teneva D'Ambrosio in panca, privilegiando la fase difensiva con Rivalta, che per altro sfodera una delle sue migliori partite da quando è al Toro.
Certo che la partita poteva finire anche sullo 0 a 0 e se non fosse stato per il gollonzo appunto del Padova, avremmo visto un Toro sempre più bloccato in difesa ... merito di Bianchi che nel giro di qualche minuto, subito il gol, si scatena fino a segnare.

 

Purtroppo le dolenti note arrivano sempre dal settore offensivo.

 

Sgrigna patisce il rientro di Bianchi e torna ad essere confinato sulla fascia alla Pileggi, contribuisce al suo "esilio" anche da solo scomparendo per lunghissimi tratti e sbagliando anche le cose semplici e poi c'è ... Belingheri!

 

Poveraccio ormai è il parafulmine delle nefandezze offensive del Toro, galleggia fra le linee e quando te lo vedi da solo davanti che arranca con quel passo sempre uguale, alla ricerca della posizione giusta nella speranza che la palla passi dalle sue parti ... fa tenerezza.
Apprezziamo l'impegno ma se quella è la sua posizione di gioco a lui più congeniale ... allora meglio lasciar perdere, il Toro gioca sempre con un uomo in meno in avanti.

 

Lazarevic si spegne presto e Garofalo non conclude molto, di Sgrigna abbiamo detto et voilà, la linea offensiva è servita e nemmeno il Gas contribuisce a rendere le cose migliori, anzi il suo apporto è praticamente nullo, come anche quello di Stevanovic a cui vengono concessi solo pochissimi minuti.

 

Per il resto solo conferme, la squadra c'è e i due cagnacci, la coppia De-De vanno alla grande ... proprio da una azione in recupero caparbia del "bimbo gigi" De Feudis nasce il gol di Bianchi.

 

Caro Pres. diamoci una mossa a trovare delle soluzioni in attacco perchè se è vero che la distanza dalla vetta è diminuita di un punto è anche vero che alla fine del girone di andata il Toro è fuori dai Play proprio di un punto e visto che alla fine un gol lo si subisce quasi sempre bisogna cercare di segnarne almeno due e San Bianchi, al secolo Zio Cane, mica può fare sempre il miracolo.

 

Caro Lerda la squadra va bene fino a che non si arriva davanti ... al posto che chiedere la luna, cioè quell'esterno che salutato Iunco (che tanto facevi giocare da seconda punta), forse è meglio cercare qualche variabile diversa ... l'obiettivo minimo è il terzo posto e la partita con il Varese di Sabato dirà tantissimo sotto quest'aspetto.

 

Bassi 6 - qualche avventuroso dribbling per il resto partita normale ... forse un po' più di reattività sul gol.

 

Rivalta 7 - ottimo, puntuale e attento ... complimenti.

 

Di Cesare 6.5 - Il fratello "povero" di Materazzi mena e corre, salta come un grillo e si conferma sempre molto utile.

 

Ogbonna 6.5 - se non fosse per una sbavatura su di un disimpegno con il piede destro (quello sbagliato per lui) che poteva costare cara, ottima partita la sua con due chiusure preziose.

 

Garofalo 5 - ci ha abituato bene e questa volta non sgroppa, in più sbaglia qualche disimpegno di troppo.

 

De Vezze 6.5 - Buona partita, implacabile e preciso fino a quando non cerca delle improbabili aperture d'esterno servendo il contropiede avversario.

 

De Feudis 7 - gran partita quella di bimbo gigi, puntuale e continuo un vero mastino, in più con caparbietà conquista la palla che arriva a Bianchi per il gol ... bravo!

 

Lazarevic 6 - servito poco ma quando la palla arriva dalla sua parte si inventa sempre il sorpasso giusto, ci vuole solo più continuità.

 

Belingheri 5 meno - insipido e galleggiatore fra le linee ma gioca nel ruolo che ha fatto la fortuna di Quagliarella o Pellisier e lui non ha il passo per queste cose.

 

Sgrigna 5 meno - da mattatore come unico riferimento in avanti a comparsa persa nelle folla come alla corsa delle bighe nel film Ben-Hur, più personalità ed incisività ma quella fascia non sembra proprio adatta a lui ... ci conforta averlo sentito dire anche dal commentatore Sky Onofri, grande giocatore ed intenditore.

 

Bianchi 7 - tracheggia, salta, si sbatte, corre, spinge e ... alla fine magheggia!
Quando si dice valore aggiunto si intende questo, se si cerca un giocatore che faccia la differenza bisogna guardare all'investimento fatto su di lui e ... copiare!

 

Gasbarroni 5 - caro Gas la natura ti ha dato tanto, ogni tanto ci fai sognare ma a volte no ... ti vorremmo fisso sulla fascia a fare cross e invece ...

 

Stevanovic n.g. - intristito!

 

Lerda 6 - solito primo tempo d'attesa ma la squadra c'è ed il merito è molto suo.


 

 

GMC