Torino, il mercato congelato? Qualcosa si muove...

27.05.2020 09:15 di Emanuele Pastorella   Vedi letture
Fonte: G. Longari per Tmw
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Torino, il mercato congelato? Qualcosa si muove...

Se da un lato è certamente veritiera la considerazione di Davide Vagnati, condivisa con la proprietà, che il campo abbia la precedenza rispetto alle questioni di mercato; dall’altro è altrettanto inevitabile che anche in casa Torino si stiano già gettando le basi per una programmazione futura. La lettura dell’inserimento di un nuovo direttore sportivo a campionato in corso, del resto, non può essere che questa. Ed allora sono lecite le considerazioni che fanno riferimento ad un ipotetico asse con la Milano nerazzurra che possa coinvolgere Armando Izzo in uscita e possibili contropartite tecniche in entrata, così come il tentativo difficile ma insistito per contrattualizzare Bonaventura in scadenza con il Milan. Alla stessa maniera va sottolineata l’importanza della questione rinnovi: con priorità a chi vedrà il suo contratto scadere al termine della stagione come De Silvestri ed Ansaldi, ma senza tralasciare chi è stato identificato come caposaldo del progetto futuro e dovrà di conseguenza essere blindato. Sirigu e Belotti i casi più eloquenti. E poi la questione allenatore, l’unica veramente congelata anche per poter osservare un riscontro concreto da parte di un profilo stimato dalla proprietà come quello di Moreno Longo e chiamato a dover esprimere con i risultati i frutti del suo talento e della fiducia della piazza. Una verità duplice, dunque, per un destino da scrivere per larga parte, ma che in un certo senso è già partito diverse settimane fa.