Serena: “Il Torino è squadra convalescente. Il Verona ha l’anima che le ha dato Juric”

L’ex giocatore granata ha parlato della sfida fra la squadra di Mazzarri e i gialloblù.
12.12.2019 15:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Calciohellas.it e l’Arena
Aldo Serena
Aldo Serena

Aldo Serena è stato intervistato da “L’Arena”, come riportato da Calciohellas.it, ecco che cosa ha detto sul lunch match di domenica:

Il Verona. “L’Hellas mi ha stupito, e a Bergamo avrebbe meritato di fare risultato. Juric ricalca il gioco aggressivo di Gasperini e ha dato un’anima alla squadra: il Verona se la gioca con tutti e quando contrattacca è un piacere da vedere. Tutti parlano di Amrabat, che è senz’altro un ottimo giocatore, ma io credo che il Verona abbia uno dei gruppi più forti del campionato: tutti si aiutano e quando qualcuno è in difficoltà c’è sempre un compagno di squadra a sostenerlo. Credo che l’Hellas possa salvarti con largo anticipo e possa anche pianificare un buon futuro, niente a che vedere con il campionato di due anni fa…”.

Il Torino. “Il Torino, invece, dopo i preliminari d’Europa League si è un po’ sfaldato e sta deludendo le aspettative: nonostante la vittoria sulla Fiorentina, è una squadra ancora “convalescente”. Mi aspetto una partita molto interessante”.

Ricordi. “Contro il Verona ho fatto un bel gol in rovesciata (era il 14 aprile 1985, la partita del Bentegodi terminò 1-2 in favore del Torino, ndr), mamma mia quanti anni sono passati! In quel periodo l’Hellas e il Toro erano leader in Italia, ma era quasi impossibile pensare che la squadra di Bagnoli sarebbe riuscita a vincere lo scudetto. Ogni tanto rivedo qualche immagine: c’erano giocatori niente male… A Verona comunque vengo sempre volentieri, anche se tutti me la menano sempre col fallo di mano in Coppa Campioni con la Juve (6 novembre 1985, ndr)”.