Presentazione di Triestina-Torino

13.12.2010 10:54 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: www.realsports.it
Presentazione di Triestina-Torino
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Giacomo Morini

Il Torino cerca domani al Nereo Rocco l’ottavo risultato utile consecutivo e la seconda vittoria in trasferta stagionale, che manca dall’11 settembre a Sassuolo; dopo i 4 punti persi tra Piacenza e Siena, la squadra di Franco Lerda deve vincere per dare continuità a questa striscia positiva anche in trasferta.

Lerda non avrà a disposizione Agostino Garofalo, dopo l’infortunio al ginocchio patito contro il Siena; il problema non è serio e potrebbe già tornare per la partita contro l’Empoli.

Non ci sarà nemmeno il capitano Rolando Bianchi, il quale rientrerà solo nel 2011; è probabile quindi che Lerda confermi in attacco lo schieramento dell’ultima partita, ovvero senza una punta di ruolo: Sgrigna sarà presumibilmente il vertice alto, con Iunco a destra e Lazarevic a sinistra, mentre Belingheri potrebbe essere confermato nel ruolo di trequartista, ancora panchina per Pellicori.

Non ci sarà nemmeno lo squalificato De Vezze, autore di due goal nelle ultime due uscite, lo sostituirà Paolo Zanetti, mentre in difesa sarà arruolabile Pratali, la cui squalifica è stata revocata dopo lo scambio di persona tra lui e Di Cesare durante la partita con il Siena.

In chiave mercato si continua a parlare della possibile cessione di Ogbonna, cercato sia in Italia che in Europa; la sua partenza potrebbe permettere al Torino di disporre di quel tesoretto per piazzare almeno 2 colpi: in attacco piacciono Babacar della Fiorentina, Antenucci del Catania, Granoche del Chievo mentre per quanto riguarda gli esterni offensivi, funzionali al gioco di Lerda, si fanno i nomi di D’Alessandro e Rivas del Bari, di Gabionetta del Crotone.

Si tiene d’occhio anche la situazione societaria del Bologna, se davvero alcuni giocatori dovessero liberarsi a Gennaio i granata punterebbero su Garics, Buscè e Casarini.

Bianchi è stato dichiarato ancora una volta incedibile, nonostante la Fiorentina lo stia tentando per sostituire l’eventuale partente Gilardino.

Tornando alla partita, sulla carta la trasferta di domani a Trieste non dovrebbe presentare insidie visto che la squadra allenata da Ivo Iaconi, è in piena zona retrocessione con soli 17 punti; in casa ha vinto appena 2 partite a fronte di 4 sconfitte.

Inoltre la squadra alabardata ha molti infortunati: a cominciare dal capitano Testini, passando per Colombo, Scurto e Lunardini, oltre allo squalificato Malagò. Unico reparto dove c’è abbondanza è l’attacco, ballottagio tra Godeas, Della Rocca e Marchi.

Tuttavia il Torino non deve sottovalutare la sfida visto il passo falso già commesso a Piacenza, le vittorie di ieri di Atalanta, Siena e Varese, lo costringono a fare i 3 punti contro la Triestina.