Ora sul Robaldo è scaricabarile

La Circoscrizione 2 ha passato a la palla all’Urbanistica del Comune di Torino.
22.11.2019 13:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Tuttosport
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Ora sul Robaldo è scaricabarile

Sul ritardo all’inizio dei lavori al Robaldo, l’area abbandonata da oltre un decennio in zona Mirafiori Sud di oltre 45 mila metri quadri che il Torino Fc si è aggiudicato in concessione ventennale dalla Città di Torino per farne il nuovo centro sportivo del settore giovanile, si sta innescando un vero e proprio scaricabarile come riportato da Tuttosport.

Dopo che il Torino ha ricevuto le chiavi del dismesso impianto sportivo il 23 maggio scorso, il club granata ha fatto regolare richiesta dei permessi per rifare e risistemare l’intera area e i lavori sarebbero dovuti iniziare questo autunno, ma al momento tutto è fermo. Il perché non è chiaro visto che ognuna delle parti interessate dà la sua versione dei fatti come riportato da Tuttosport.

Il Comune di Torino rappresentato in materia di sport dall'assessore Roberto Finardi ha detto: “Non ho idea del perché non siano iniziati i lavori, la questione non è più di nostra competenza: se ci fossero degli intoppi mi avrebbero già chiamato”.

Il Torino Fc per voce del direttore sportivo Massimo Bava ha affermato: “Andremo avanti finché non lo avremmo costruito”.

E’ in esclusiva per Tuttosport la presidente della Circoscrizione 2 dove si trova l’area, Laura Bernardini, ha però smentito l'assessore Finardi: “Per ora noi come Circoscrizione 2 siamo semplicemente spettatori interessati degli eventi. Se l'assessore Finardi dice che la costruzione del Robaldo non è più competenza del Comune di Torino significa che è poco aggiornato sui fatti” e ha aggiunto: “Da parecchio tempo siamo in ballo con il Robaldo, che sarà motivo di grande orgoglio per noi. Siamo intenzionati, come tutte le parti coinvolte, a vedere la posa della prima pietra In tempi rapidi” e ha proseguito: “Il Toro ha le chiavi dell'area: il discorso della concessione, che toccava la Circoscrizione, è chiuso. Detto questo, l'auspicio è che l'ultima Conferenza dei Servizi, ma il mio è semplicemente un auspicio, venga convocata prima della fine dell'anno. Per quanto ne sappiamo noi, la costruzione del Robaldo è una questione di dettagli: manca poco” e ha concluso:”Come compito avevamo quello di occuparci delle questioni amministrative legate alla concessione del terreno: lo abbiamo fatto. La Circoscrizione ora può far poco o nulla: abbiamo spinto finché abbiamo potuto, ora la questione è in mano all’edilizia privata permessi a costruire, che fa capo al Comune di Torino”. L’area edilizia privata permessi a costruire è di competenza dell'assessorato all'Urbanistica rappresentato da Antonio Iaria.

Adesso si aspettano sviluppi e si spera che non ci siano ulteriori rimpalli e scaricabarile.