Morello: "Al Torino per rimettermi in gioco"

02.02.2010 17:50 di Marina Beccuti   vedi letture
Morello: "Al Torino per rimettermi in gioco"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Morello ha sofferto un po' in questo periodo in cui era svincolato, per cui non può che ringraziare Petrachi che l'ha portato al Torino, dove potrà allenarsi  con continuità osservando un grande portiere come Sereni.

"L'ultimo anno a Pisa è stato turbolento, però è stata una stagione che mi ha fatto conoscere tante cose e sono anche cresciuto", ha esordito il vice di Sereni. "Ho subito anche un infortunio alla spalla, ma ora sto bene e sono felice di questa mia scelta. Ringrazio il direttore che ancora una volta ha creduto in me. Sono felice ed orgoglioso di tutto questo".

Il portiere siciliano, che ha 32 anni ma sembra un ragazzino, ha poi aggiunto: "Stare fermo non è bello, adesso colgo questa occasione e non vedo l'ora di vestire questa maglia. Mi sono allenato, anche se non sono al cento per cento, ma se capita l'opportunità di entrare in campo mi faccio trovare pronto".

Morello ha già avuto modo di parlare con il numero uno del Torino: "Ho già incontrato Sereni, mi ha fatto una buona impressione e sono contento di poter lavorare con lui. E' un tipo brillante, come me. Mi sento abbastanza malleabile e sono sempre andato d'accordo con il collega di reparto".

Riguardo al suo futuro è stato esplicito: "Sono venuto qui per giocarmi qualche opportunità. La speranza di continuare al Torino me la devo conquistare, sperando di potermi fare conoscere da tutti anche dal punto di vista umano. Farei già adesso carte false per restare qui". Petrachi precisa che il portiere vanta già un'opzione a giugno per il prolungamento del rapporto. E' stata dura perchè l'arrivo di Morello dipendeva da Agazzi e dal passaggio di Calderoni alla Triestina. Il tutto si è concluso nelle convulse ultime ore di mercato, con il rischio di non arrivare più in tempo a mettere sotto contratto l'ex portiere del Pisa e rimanere così senza la riserva di Sereni. Per fortuna tutto si è concluso per tempo e Petrachi è stato contento di portare al Toro un suo pupillo: "Di svincolati ce n'erano altri, ma io volevo Morello e solo lui".