Mantova, i calciatori rinunciano agli stipendi per salvare la società

31.05.2010 18:40 di Raffaella Bon   vedi letture
Fonte: tmw
Mantova, i calciatori rinunciano agli stipendi per salvare la società
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Dopo la retrocessione in prima divisione, i giocatori del Mantova, per evitare il fallimento della società biancorossa, si sono detti pronti a rinunciare ad una parte consistente degli stipendi arretrati che da ottobre aspettano dal presidente Fabrizio Lori.
L'annuncio è arrivato nel pomeriggio con un comunicato stampa. "Al termine di una stagione travagliata nella quale siamo stati responsabili di un insuccesso sul campo - scrive la squadra - noi giocatori vogliamo dare un ultimo segnale di attaccamento ai colori sociali e provare a garantire un futuro all'Associazione calcio Mantova". In mattinata, infatti, la squadra aveva dato la sua disponibilità "a rinunciare ad una parte consistente degli emolumenti, diminuendo così di fatto il monte debiti societario al fine di consentire l'iscrizione del Mantova calcio al prossimo campionato professionistico".
La speranza, continua il comunicato, è che "al nostro gesto faccia seguito una concreta e sollecita risposta da parte del nostro presidente, di gruppi imprenditoriali e di tutte le istituzioni mantovane, Comune in primis". "L'obiettivo - si conclude - vuole essere quello di non far sprofondare nel baratro e nell'anonimato dei campionati dilettantistici una piazza importante che merita ben altri palcoscenici".