Lecce, De Canio: "Squadra da serie A? Qualcosa non mi quadra"

20.09.2009 13:08 di Raffaella Bon   vedi letture
Fonte: tmw

Il Lecce rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria perduta. Col Crotone, i giallorossi infilano il secondo 0-0 consecutivo. E, alla fine dei conti, è un punto guadagnato. I calabresi recriminano per i due pali colpiti con Zito e Bonvissuto, e per aver sprecato svariate palle-gol. Il Lecce ha giocato a sprazzi. E' mancata la compattezza tra i reparti, oltre che la precisione nei passaggi, nelle conclusioni, e, come sempre, la birra nel finale. Il portiere avversario è dovuto intervenire solo in un paio di occasioni (su Ingrosso e Schiavi), al resto ci hanno pensato le imprecisioni degli stoccatori di de Canio.

MERITO AL CROTONE - Da salvare solo il punto conquistato? De Canio non è d'accordo: "Mi sembra un'analisi eccessivamente severa. Il Crotone è partito meglio di noi, poi abbiamo preso le misure e creato occasioni fallendole di un nonnulla. Nel finale, come ci accade ogni tanto, abbiamo avuto qualche minuto di assenza e invece di tenere palla, ci siamo allungati permettendo al Crotone di infilarci in velocità. Consoliamoci per il punto guadagnato e per aver tenuto inviolata la nostra porta. Abbiamo dei blocchi mentali da superare, siamo volenterosi ma siamo ancora alla ricerca della nostra fisionomia. Recuperando gli infortunati acquisteremo in sicurezza, solidità e in alternative. Le differenze tra il pari di oggi e quello di Modena? In Emilia abbiamo trovato una squadra molto abbottonata, oggi c'erano tutti i presupposti per fare una partita diversa, ma siamo stati imprecisi. I fischi a fine gara? Il tifoso ha diritto ad esternare la sua gioia e i suoi malumori. Spetta a noi conquistarci il supporto dei nostri sostenitori".

IN CAUDA VENENUM - "Angelozzi ha detto che questa è una squadra da serie A? Quest'anno abbiamo speso 500.000 euro circa per costruire questa squadra. Qualche anno fa, invece, si è speso qualche milione di euro per arrivare terzi. C'è qualcosa che non mi quadra."

IL TABELLINO DI LECCE-CROTONE 0-0

LECCE (4-4-2): Rosati - Belleri, Schiavi (90+4' Digao), Fabiano, Ingrosso - Angelo, Vives, Giacomazzi, Defendi - Marilungo (75' Bergougnoux), Baclet (54' Corvia). In panchina: Petrachi, Agnelli, Lepore, Mesbah. All. De Canio.
CROTONE: Concetti - Galeoto, Legati, Abruzzese, Morleo (67' Grillo) - Zito (59' Coresi), Galardo, Gabionetta, Beati - Cutolo (83' Daud), Bonvissuto. In panchina: Farelli, Scognamiglio, Petrilli, De Martino. All. Lerda.
ARBITRO: Peruzzo di Schio
NOTE: Ammoniti Zito (C), Beati (C), Ingrosso (L), Abruzzese (C). Espulso al 90+5' Bonvissuto (C) per doppia ammonizione. Recupero 2' e 5'.