L'Unione Consumatori contro le partite delle 21,45, è troppo tardi

24.06.2020 15:12 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
L'Unione Consumatori contro le partite delle 21,45, è troppo tardi
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Gli orari delle partite di calcio creano sempre malumori, e secondo quanto ha reso noto l'Unione Consumatori, sotto tiro è finito l'orario delle 21,45, considerato tardivo per gli abbonati delle pay-tv. Anche perchè molte gare si svolgono nei giorni feriali e il giorno dopo c'è la sveglia per chi deve andare al lavoro. Purtroppo la fase finale del campionato si gioca in piena estate e non si può cominciare nel pomeriggio, causa il caldo, che infatti non si è fatto attendere. Spostare di un'ora indietro le partite delle 17,30, ovvero alle 16,30 sembra difficile, ma in questo caso si potrebbe cominciare alle 21. Ma, viste le difficoltà che si sono trovate per scrivere il nuovo calendario, sembra impossibile cambiare qualcosa, soprattutto in corsa.