In Torino-Parma i dati sono quasi tutti favorevoli ai ducali: va sovvertito il pronostico

21.02.2020 21:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin e dati Lega Serie A
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
In Torino-Parma i dati sono quasi tutti favorevoli ai ducali: va sovvertito il pronostico

Dopo cinque sconfitte consecutive per il Torino trovarsi di fronte il Parma non è proprio l’avversario migliore. Infatti, a guardare i dati delle due squadre il pronostico sembrerebbe scontato e sfavorevole ai granata.

Non sono neppure gli otto punti in meno che il Torino ha che dicono quanto può essere difficile la partita o anche il quattordicesimo posto a fronte del sesto in coabitazione con Verona e Milan del Parma, ma gli altri dati forniti dalla Lega Serie A. Infatti, il Parma segna di più 32 reti (1,33 media a partita) mentre il Torino ne ha realizzate 27 (1,13). Di gol ne ha subiti più il Torino 43 a 30. Anche la classifica dei tiri sorride ai ducali con 221 a 190, con 114 in porta per Cornelius e compagni a fronte dei 102 di Belotti e soci, magra consolazione sotto questo aspetto è che la squadra di D’Aversa ne tiri più fuori 107 a 88. Anche per quel che concerne gli assist i gialloblù sono in vantaggio 24 a 14. Va meglio ai granata per quel che riguarda i cross 262 dei quali 142 utili e 120 sbagliati, rispetto ai 186 dei quali 99 utili e 87 sbagliati. Per quel che concerne le parate Sepe e Colombi sono stati più impegnati di Sirigu, 111 a 101. Nota dolentissima per il Torino sono i chilometri percorsi 109,834 in media quelli del Parma e solo 103,953 dei giocatori di Longo. A pali e traverse gli emiliani sono messi peggio dei piemontesi con 7 colpiti e 11 subiti contro i 5 e 8. Nei calci d’angolo le due squadre praticamente si equivalgono 120 per gli uomini di D’Aversa a 119. In fuorigioco ci finiscono di più i granata 49 a 43. Per possesso palla prevale il Torino 22’44’’ (con 12’02’’ nella propria metà campo e 10’42’’ in quella avversaria) contro 21’32’’ (con 12’59’’ nella propria metà campo e 8’33’’ in quella avversaria).

Il Torino deve assolutamente sovvertire il pronostico, continuare a non raccogliere punti farebbe piombare la squadra in una crisi ancora maggiore dell’attuale.