Il Torino analizzato da Vocegiallorossa: il pressing punto di forza, ma anche debolezza

05.01.2020 11:30 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Vocegiallorossa.it
Il Torino analizzato da Vocegiallorossa: il pressing punto di forza, ma anche debolezza
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La Roma ha 14 punti in più del Torino, ha segnato undici gol in più dei granata e ne ha subiti nove in meno. Nelle ultime nove partite giocate nella Capitale il Torino ha sempre perso con la Roma. I giallorossi sono in striscia positiva da cinque giornate, vittorie con Brescia, Verona, Spal e Fiorentina e il pareggio con l’Inter, mentre i granata dopo le vittorie con Genoa e Fiorentina si sono fatti rimontare dal Verona malgrado il vantaggio di tre gol e hanno perso con la Spal quando era ultima in classifica. Ma come è percepito il Torino da chi lo affronta? Ecco l’analisi fatta da Vocegiallorossa.it che ha focalizzato l’attenzione sui punti forti e deboli della squadra di Mazzarri e sui giocatori granata che possono fare la differenza.

PUNTI FORTI – Il Torino esercita un pressing molto efficace e, a tratti, asfissiante. È la prima in Serie A per numeri di duelli e tentativi di intercettare il pallone in un minuto di possesso palla avversario. Semplificando, per ogni minuto di possesso palla avversario il Torino è la squadra a fare più di tentativi di recuperare il pallone, sia andando in contrasto e sia cercando di occupare le linee di passaggio avversarie.
La squadra di Mazzarri tende a mantenere poco il pallone e a verticalizzare rapidamente, cercando Belotti in profondità, bravissimo a far salire la squadra e a prendere parecchi falli. Il Torino è la terza squadra con meno passaggi effettuati per andare in rete, quindi la Roma dovrà stare attenta alle improvvise verticalizzazioni.

PUNTI DEBOLI – Il pressing è efficace se eseguito bene, altrimenti espone la squadra a un pericoloso contropiede. Il Torino ha preso ben 8 reti nelle ripartenze, venendo battuto solo da Fiorentina (13) e Bologna (9) e tende a volte ad allungarsi, fattore pericolosissimo se si vuole pressare alti. Perotti e Pellegrini dovranno quindi abbassarsi molto per offrire linee di passaggio libere per eludere il pressing asfissiante. Così facendo, i giallorossi potrebbero trovare delle praterie da sfruttare. Attenzione anche a Nkoulou, che spesso si stacca dalla linea difensiva per aggredire l’avversario ma non sempre con i tempi giusti. I capitolini potrebbero far gravitare Dzeko da quelle parti, per indurre il difensore del Toro a uscire lasciando lo spazio di competenza.
Un punto debole potrebbe essere anche l’assenza di Ansaldi. I piemontesi sono il club a crossare di più in campionato e Ansaldi è il terzo crossatore in Serie A.

GIOCATORI CHIAVE – Belotti è fondamentale sia sotto rete, sia per far salire la squadra e sia per partecipare al pressing collettivo. Tutte cose che l’attaccante granata va sufficientemente bene ed sarà lui il nemico numero uno stasera. Da tenere d’occhio anche Verdi, colpo estivo di Cairo. Giocatore rapido e bravo nell’ultimo passaggio, è il calciatore con più passaggi chiave tra le fila granata. In linea difensiva, Izzo è il quarto giocatore in A per palloni recuperati e tra i migliori per le seconde palle e per i palloni intercettati.