Ichazo: “Soddisfatto dell’esordio e della vittoria, vorrei rimanere”

01.06.2015 07:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Elena Rossin per TorinoGranata.it
Ichazo: “Soddisfatto dell’esordio e della vittoria, vorrei rimanere”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Il portiere del Torino Salvador Ichazo ha esordito nell’ultima gara di campionato con il Cesena e alla fine del match ha parlato della vittoria per cinque a zero e del suo futuro. Ecco che cosa ha detto:

 

Nel giorno del suo esordio è stato quasi inoperoso, sicuramente tutti i portieri si augurano sempre di disputare partite come la sua.

“Sì, abbiamo giocato una partita alla grande e per me è stata sicuramente una serata abbastanza tranquilla, ma meglio così. Sono comunque contento di aver avuto la possibilità di giocare”.

 

Magari se avesse potuto fare qualche parata di più si sarebbe messo maggiormente in mostra visto che lei è in prestito e la società deve decidere se tenerla?

“Sì, sono contento per quello che ho fatto, altro non posso fare. Sono tranquillo perché la squadra ha giocato molto bene e abbiamo meritato la vittoria con il Cesena e di terminare così il campionato. Ritengo di essere stato sicuro nelle parate che ho effettuato per questo sono tranquillo”.

 

Che cosa pensa del calcio italiano? Vorrebbe rimanere?

“Sì, vorrei rimanere. Il calcio italiano è un po’ più tattico, ma per me non cambia che lo sia, devo migliorare ogni giorno in modo da essere più importante per la squadra. Ripeto, sono tranquillo perché ho fatto tutto quello che potevo”.

 

Da che cosa dipende la sua permanenza al Torino? Ha già parlato con il suo agente o con la società?

“Non ho parlato, sono in prestito e vedremo che cosa deciderà la società, non so”.

 

Dipendesse solo da lei rimarrebbe?

“Sì, io voglio rimanere qui. Ho trovato un bel gruppo e di conseguenza mi sono trovato bene”.

 

Muslera e Carini l’hanno preceduta in Italia e hanno fatto bene, lei vuole essere il terzo portiere uruguaiano a sfondare nel nostro paese?

“Eh, speriamo. Io ammiro molto entrambi e secondo me sono due grandi portieri, Muslera in questo momento lo sta dimostrando e anche Carini, che ammiro fin da quando ero un bambino”.

 

In che cosa crede di aver migliorato in questo periodo al Torino? C’è stata qualche cosa diversa rispetto a prima?

“No, nulla di diverso. Ho capito quello che vuole il mister che è un po’ differente da ciò cui ero abituato soprattutto nel possesso palla, ma alla fine per i portieri non cambia molto perché devono parare”.

 

Gaston Silva parteciperà alla Copa America lei purtroppo no, dispiaciuto?

“Sono contento per Gaston e anche per Gonzalez che disputeranno la Copa America, io devo lavorare e aspettare anch’io la possibilità di giocarci”.

 

Complimenti per come parla in italiano.

“Grazie”.