Gravillon: "Bella atmosfera al Toro. Djidji mi aiuta molto"

06.04.2023 15:18 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Fonte: Torino Fc
Gravillon: "Bella atmosfera al Toro. Djidji mi aiuta molto"
TUTTOmercatoWEB.com

Andreaw Gravillon, al canale ufficiale granata, ha rilasciato un'intervista dove presenta se stesso, nello sport come nella vita.

"Dovevo farmi trovare pronto perchè quando sono arrivato dovevo ambientarmi, in quanto il gioco del mister è piuttosto difficile da gestire. Non mi aspettavo questa unione di gruppo, non si sono i classici gruppetti. Un legame particolare con qualcuno? In genere mi approccio subito con chi parla francese, poi ho conosciuto Ricci qualche anno fa per cui lo conosco bene. Con Djidji ho un buon rapporto, lui mi ha spiegato molte cose del modo di fare di Juric. Sul campo il mister è duro, fuori viene e ti spiega le cose, magari ti fa allenare su situazioni particolari. Quando ho giocato dal 1' mi ha detto di stare tranquillo. Difesa a tre? La faccio dai tempi dell'Inter, non in questo modo, ma uno contro uno, che non ho mai praticato prima. Mi piace l'uno contro l'uno, vincere il duello ti dà forza".

Proseguendo il difensore della Guadalupe ha aggiunto: "Ho lavorato tanto sulle gambe, perchè è importante per me essere veloce. Rivalità con Djidji? La concorrenza c'è, è sempre importante gestirla bene, lui aiuta me ed io aiuterò lui a necessità, avendo lo stesso ruolo. Il mio salto di qualità l'ho fatto a Pescara e ho lavorato tanto per tornare in Italia, che mi piace tantissimo. Quando sono tornato, dopo tre anni di Francia, sono stato molto felice".

Gravillon è arrivato nell'ultimo giorno di mercato e racconta così quella giornata: "Ho dormito fino a tardi e quando mi sono svegliato ho trovato tanti messaggi da parte del mio procuratore, che mi diceva di fare subito le valigie che dovevo andare in Italia. Non conoscevo molto bene il Torino, quando sono stato qui la prima volta ricordo che era una squadra forte. I tifosi ti danno una carica in più ed è importante sentirli vicini. Nelle altre squadre quando fanno gli allenamenti a porte aperte ci sono magari cinquanta persone, al Toro la tribuna è piena. I miei compagni sono tutti allegri, fanno battute, forse il più divertente è Ola, che arriva sempre con la musica. Non esco molto perchè sono solo qui, la mia ragazza sta a Parigi. Ma quando qualcuno mi chiede di uscire accetto subito".

Un saluto ai tifosi del Toro: "Ciao a tutti, ci vediamo presto allo stadio".