Frase De Siervo, la Procura apre un'inchiesta. Ma l'ad ribatte in modo duro

04.12.2019 13:58 di Marina Beccuti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ansa
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Frase De Siervo, la Procura apre un'inchiesta. Ma l'ad ribatte in modo duro

La Procura della FIGC ha deciso di aprire un'inchiesta sull'audio rubato a Luigi De Siervo, ad della Lega di serie A. Secondo quanto ha riferito Repubblica, l'ad avrebbe detto: "Togliamo l'audio ai buu", frase registrata nell'ultimo Consiglio di Lega. Nonostante il chiarimento di De Siervo, la Procura vuole vederci chiaro, partirà dal favoreggiamento della discriminazione razziale e valuterà se davvero c'era la volontà di trattare con le tv per silenziare i cori razzisti.

De Sievo così aveva commentato ieri a proposito del suo audio a Radio Capital: "Nessun complotto. Questa è una porcheria assoluta, un tentativo goffo di mettere in difficoltà me non in quanto persona fisica ma in quanto ad della Lega Calcio''.

''In questo momento c'è un commissariamento, il giorno dopo esce un audio che era stato tenuto in un cassetto per due mesi. Non vi sembra strano? Nessuno parla di complotti, ma c'è un disegno, un gruppo di persone a margine del nostro mondo sta cercando di cambiare gli equilibri'', ha picchiato ancora duro l'ad della Lega di serie A.