Federsupporter chiede di essere rappresentata nel Consiglio Federale

27.10.2012 09:22 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Federsupporter
Federsupporter chiede di essere rappresentata nel Consiglio Federale
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Federsupporter, in data odierna ha inviato al Prof. Giulio Napolitano, Commissario Straordinario ad Acta per la formulazione del nuovo Statuto della FIGC, formale richiesta per ottenere che un proprio rappresentante possa partecipare, con funzioni consultive, alle riunioni del Consiglio Federale. Nella lettera (allegata in calce) sono ampiamente esposte le motivazioni poste a base di tale richiesta e, in particolare, si sottolineano i riconoscimenti che il ruolo e le funzioni di Federsupporter hanno già conseguito in importanti sedi istituzionali, sportive e non sportive.

Per informazioni e contatti
Marco Liguori - Responsabile ufficio stampa Federsupporter
email marco.liguori@federsupporter.it
http://www.federsupporter.it

Roma 26.10.2012


Spettabile F.I.G.C.

                                                                                 
Alla cortese attenzione del Commissario Straordinario ad acta Prof. Giulio Napolitano

Via fax: 06 84912440



Oggetto : Nuovo Statuto Federale


FEDERSUPPORTER è l’Associazione, costituita in Roma, per atto pubblico, il 25 gennaio 2010, esponenziale dei diritti e degli interessi diffusi e collettivi dei sostenitori sportivi: sia quali piccoli azionisti di società sportive sia quali consumatori e utenti di spettacoli sportivi.


In tale qualità l’Associazione aderisce al CODACONS, Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti dei Consumatori.


Federsupporter, tra i suoi scopi statutari, persegue, oltre a quelli di rappresentanza e tutela come sopra specificati, anche quelli di interlocuzione con tutte le Istituzioni, sportive ed extrasportive, onde contribuire, con spirito collaborativo e costruttivo, mediante proprie idee e proposte, al rinnovamento e al miglioramento del mondo dello sport e, in specie, del calcio.


L’Associazione, inoltre, recepisce pedissequamente nel proprio Statuto quanto previsto dall’art. 8, comma 4, della Legge 4 aprile 2007, n. 41, enucleando espressamente, tra le proprie finalità, la promozione e la divulgazione dei valori e dei principi della cultura sportiva, della non violenza e della pacifica convivenza, come sanciti dalla Carta Olimpica, potendo, quindi, stipulare con società sportive contratti e convenzioni aventi ad oggetto progetti di interesse comune per la realizzazione di tali finalità.


In coerenza con queste ultime, i soci, quale requisito per l’iscrizione, devono autocertificare di non essere e di non essere stati sottoposti a Daspo e di non aver riportato condanne, ancorchè non definitive, per reati commessi a causa o in occasione di manifestazioni sportive.


Il ruolo e le funzioni di Federsupporter hanno già avuto riconoscimento e legittimazione in importanti sedi istituzionali, sportive ed extrasportive.


Più precisamente, l’Associazione si rapporta e relaziona, in maniera permanente e sistematica, con l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, alle cui riunioni è invitata a partecipare e partecipa.


L’Associazione, altresì, è stata riconosciuta come parte legittimata ad agire, in rappresentanza e a tutela dei diritti dei sostenitori, in importanti procedimenti giudiziari, promossi dalla stessa Associazione, sia dal TAR del Lazio sia dal Consiglio di Stato.


Federsupporter è stata anche riconosciuta come persona offesa dal reato in procedimenti penali in corso per l’accertamento di ipotesi delittuose, quale la frode sportiva.

Nei recenti processi sportivi per illeciti ed omesse denunce di questi ultimi, l’Associazione, pur non ammessa a partecipare a tali processi come soggetto terzo portatore di interessi indiretti, è stata, tuttavia, ammessa dalla Corte di Giustizia Federale ad assistervi in Aula, proprio perché ad essa è stato riconosciuto di essere, comunque, portatrice di diritti e di interessi qualificati, meritevoli di attenzione da parte dell’ordinamento sportivo.


D’altronde, è difficile negare che i sostenitori, i quali sono, direttamente ( abbonamenti, biglietti, merchandising) e indirettamente ( pay-tv), i principali ed essenziali finanziatori dello sport nazionale e, segnatamente, del calcio, siano del tutto irrilevanti per il suddetto ordinamento e non vi possano avere alcuna voce in capitolo, neppure a titolo consultivo e propositivo.


Orbene, tutto ciò premesso e considerato, nell’apprezzare il Suo operato quale Commissario Straordinario ad Acta per il qualificato ed autorevole apporto da Lei dato alla formulazione del nuovo Statuto Federale, con la presente, Le chiediamo che vengano almeno riconosciuti a Federsupporter, nell’ambito del Consiglio della FIGC, quel ruolo e quelle funzioni che già le sono stati riconosciuti nell’ambito dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.


Vale a dire la presenza di un proprio rappresentante che possa partecipare alle riunioni dell’Organo, senza farne parte, senza alcun potere deliberativo e senza, quindi, poter incidere sul numero e sugli equilibri di composizione dell’Organo stesso, con facoltà meramente consultive e con la possibilità di poter avanzare proposte.


Al riguardo, segnaliamo che la FIGC ha già potuto apprezzare lo spirito collaborativo e la capacità propositiva di Federsupporter, avendo, con propria lettera del 12 ottobre scorso, dichiarato meritevoli di approfondimento le proposte di modifica del Codice di Giustizia Sportiva Federale sottoposte alla Federazione.


La richiesta, se accolta, rappresenterebbe un forte ed importante segnale al vasto mondo dei sostenitori, che nutrono una sana e genuina passione sportiva, nella direzione di una politica di apertura verso tale mondo e di inclusione partecipativa di esso nel sistema di governo dello sport italiano e, in particolare, di una disciplina, quale quella calcistica, che, storicamente, ne costituisce la magna pars.


D’altronde, il, sia pur minimale, riconoscimento partecipativo che si chiede è coerente con il principio generale, anzi, è attuativo di quest’ultimo, sancito dall’art. 2, comma 5, dello Statuto del CONI, secondo cui, nell’ambito dell’ordinamento sportivo, la dimensione economica dello sport deve conciliarsi con la sua inalienabile dimensione popolare e sociale.


Con l’auspicio che il varo di un nuovo Statuto Federale non costituisca, nel senso di cui sopra, una importante occasione perduta, nel contempo, rimaniamo a Sua disposizione per ogni, eventuale chiarimento e precisazione che ritenesse di volerci chiedere ( maggiori dettagli sull’attività e sulle iniziative di Federsupporter sono attingibili dal nostro sito www.federsupporter.it).


Cogliamo, infine, l’opportunità, in attesa di un Suo gradito riscontro, ringraziandoLa per l’attenzione, per porgerLe i più cordiali saluti.

Il Presidente

Dr. Alfredo Parisi