Del Neri e Conte: "Noi stiamo con Lippi"

15.10.2009 18:45 di Raffaella Bon   vedi letture
Del Neri e Conte: "Noi stiamo con Lippi"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico de Luca


"Ogni allenatore ha il sacrosanto diritto di difendere il proprio gruppo". A difendere Marcello Lippi ci pensa il tecnico della Sampdoria, Luigi Del Neri. Al ct azzurro, irritato per i fischi che il pubblico di Parma ha riservato alla nazionale quando era in svantaggio nel match con Cipro, il trainer blucerchiato preferisce tendere una mano: "Dipende dallo stato d'animo di ognuno: lui l'ha fatto in maniera chiassosa ma abbastanza nella logica di uno che guida un gruppo di lavoro. Alla fine parlano i risultati e l'Italia non ha niente da rammaricarsi di quello che ha fatto fino ad ora. Penso che gli azzurri abbiano fatto tutto quello che dovevano. Il ct ha qualche dovere in più nello spiegare le scelte? Siamo tutti non dico obbligati a farlo ma quasi. Penso ci sia una sorta di rapporto di collaborazione: gli opinionisti fanno delle domande e gli allenatori rispondono per quanto possibile. Possiamo tutti avere idee diverse come ad esempio sul caso Cassano, però è giusto che un allenatore scelga chi ritiene più opportuno alla sua causa. Cassano collabora attivamente, lavora, ha cinque anni in più e vive in un ambiente che gli dà più tranquillità. Lui è uno che si pone bene: meriterebbe come tanti altri di andare in nazionale, ma l'allenatore fa le sue scelte e deve essere rispettato". Sulla stessa lunghezza d'onda Antonio Conte, tecnico dell'Atalanta: "Lippi per me rimane comunque un maestro. Lo conosco molto bene: con lui ho vinto tutto. Il suo sfogo ci può anche stare. Lui ha ricordato una cosa molto importante che spesso ci si dimentica: questa è una squadra che ha vinto il Mondiale e che andrà in Sudafrica per difendere il titolo. Quattro anni fa erano tutti eroi e tutti grandi, adesso, solo per la mancata convocazione di qualche giocatore, si incrina il rapporto con gli azzurri. La Nazionale è in buone mani e sono convito che faranno un grande torneo".