Crisi Toro, 3° bilancio negativo e 30 milioni di prestiti dalle banche: cade il vanto di Cairo

23.04.2021 13:30 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tuttosport
Urbano Cairo
TUTTOmercatoWEB.com
Urbano Cairo
© foto di Image Sport

Terzo rosso di fila per i conti societari del Torino, anche sul bilancio del  2020 la ragione principale dell’ultimo peggioramento è alla pandemia da Covid. Le perdite del nuovo bilancio relativo all’anno solare 2020 ammontano a 19 milioni di euro che sommati a quelli dei due bilanci precedenti fanno arrivare a 45 mln le perdite complessive degli ultimi tre esercizi (-12,3 nel 2018 e – 13,9 nel 2019).

Cade uno dei motivi di vanto per Cairo: il patron si fa “aiutare” dalle banche èd è la prima volta dal 2005, si legge su Tuttosport. Il Torino Fc ha infatti sottoscritto un primo finanziamento da 15 mln il 12 marzo 2020 e al 31 dicembre scorso erano già stati interamente utilizzati e un secondo sempre da 15 mln il 23 dicembre 2020 e questo ha scadenza fiscale fissata per il 20 settembre 2025. Questi due contratti di finanziamento hanno fatto salire i debiti totali a 112 mln.

Il bilancio del 2020 – Cala il valore della produzione che passa da 96,3 del 2019 a 80,5 mln del 2020. Decrementi dei ricavi da stadio di 5,6 mln, dei diritti televisivi di 13,2 mln, dei ricavi commerciali di 1,9 mln e di altri ricavi di 1,6 mln. Sono aumentate le plusvalenze passando da 11,8 a 19,4 mln (grazie soprattutto alle cessioni di Bonifazi 9,4 mln e Berenguer 7,5 mln). Leggermente diminuiti i costi, che hanno la voce maggiore negli stipendi dei giocatori, passati da 113,1 a 105,1 mln.