Comi: "Osservo mio figlio da lontano con orgoglio"

25.04.2013 12:12 di Marina Beccuti   vedi letture
Fonte: UFFICIO STAMPA Paolo Cornero
Comi: "Osservo mio figlio da lontano con orgoglio"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

E' toccato ad Antonio Comi, direttore generale del Torino Fc, a ritirare il Premio Dardanello, vinto dall'ex attaccante granata, che è stato impossibilitato a ritirare la targa visti gli impegni con la Reggina. "Sono molto felice di ritirare un premio destinato a Gianmario: è un ragazzo che si impegna per raggiungere un sogno, ossia giocare ad alti livelli", ha detto Antonio Comi. "I miei consigli sono quelli di un padre, prima che di un ex calciatore o di un dirigente di calcio: consigli di chi ritiene che i figli debbano andare per la propria strada. Lo osservo da lontano, mio figlio; con orgoglio", ha concluso il dirigente granata. La targa è stata consegnata dal presidente del sodalizio che ha ideato il riconoscimento, ovvero del Rotary Club di Mondovì, Matteo Manildo, ed il figlio di Piero Gasco, Giovanni.