Ceferin sui calendari compressi: "Facile attaccare FIFA o UEFA, ma nessuno rinuncia a niente. Chi dovrebbe lamentarsi sono gli operai in fabbrica a 1000 € al mese"

25.06.2022 12:00 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport e Tmw
Aleksander Ceferin
TUTTOmercatoWEB.com
Aleksander Ceferin
© foto di www.imagephotoagency.it

Il presidente della UEFA Aleksander Ceferin ha parlato ai taccuini della Gazzetta dello Sport del calendario compresso: "Tutti vogliono più partite di coppa. Nessuno rinuncia a niente. I club chiedevano dieci partite nel gruppo di Champions, saranno otto, il numero giusto. Sarebbero più utili campionati a 18 squadre, ma i presidenti non sono d’accordo. Dovrebbero capire che due coppe nazionali sono troppe.

Cosa dice a Klopp e Guardiola che si lamentano?
"Facile attaccare sempre Fifa e Uefa, ma il discorso è semplice: se giochi meno, gli stipendi si riducono. Chi dovrebbe lamentarsi sono gli operai in fabbrica a mille euro al mese".