Cairo: "Potevamo prendere Ribery, ma non faccio più colpi mediatici"

22.08.2019 20:31 di M. V.   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Cairo: "Potevamo prendere Ribery, ma non faccio più colpi mediatici"

Intervistato da Sky, il presidente del Torino Urbano Cairo ha parlato della prossima partita: "Per noi è importantissima perché serve per il passaggio ai gironi di Europa League. L'abbiamo preparata benissimo, ho parlato con il mister e mi ha detto che sono tutti molto determinati". Sul mercato: "In queste partite devono giocare i giocatori che si sono meritati le qualificazioni, se fosse arrivato qualcuno non sarebbe stato funzionale per questo tipo di gara, anche perché serve del tempo per entrare in confidenza con il gioco di Mazzarri. C'è un motivo se questa squadra lo scorso anno è giunta al quarto posto nel girone di ritorno, e oggi voglio rivedere tutte quelle qualità che ci hanno permesso una seconda parte di campionato così". 

Sui "Gemelli del Gol": "Abbiamo una coppia offensiva molto importante davanti, composta da Belotti e Zaza, con quest'ultimo che ha dimostrato di aver sbagliato la stagione lo scorso anno ma di aver cominciato al meglio questa, dunque per noi va considerato come un nuovo arrivo dal mercato, così come Bonifazi e Lyanco, che lo scorso anno non avevamo in rosa, che è stata in questo senso migliorata". Ancora sul mercato: "Certo potevamo prendere Ribery, ma io di colpi mediatici non ne faccio più, ne ho avuto esperienza con Recoba nel 2008. Arriverà qualcuno che sarà in linea con la squadra e con lo spogliatoio, ma non continuate a chiedermi di Verdi, non parlo dei giocatori di altre squadre". Sulle scelte di Mancini: "Non sono io il tecnico della nazionale, farà lui le valutazioni del caso, ma è difficile ignorare quanto stanno facendo i nostri ragazzi".