Aleksander Ceferin rieletto presidente della UEFA. Resterà in carica fino al 2027. “Il nostro modello di calcio è basato sul merito sportivo”

05.04.2023 13:20 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Aleksander Ceferin
TUTTOmercatoWEB.com
Aleksander Ceferin
© foto di www.imagephotoagency.it

Nel corso del 47° Congresso della UEFA, tenutosi oggi a Lisbona, Aleksander Ceferin è stato rieletto presidente della UEFA. Acclamato da un folto gruppo di collaboratori, presidenti e segretari generali delle Federazioni calcistiche europee, il 55enne avvocato e dirigente sloveno è stato riconfermato fino al 2027 a capo della massima istituzione continentale.

Nel suo lungo discorso durante l'annuale incontro della UEFA  Ceferin ha parlato della visione del massimo organismo europeo per il futuro. "Il calcio è cambiato, è uno specchio della società. I club rischiano per investimenti, i fan perdono l'identità. Stiamo correndo contro una globalizzazione galoppante e tutto questo che implica, benefit e rischi, non dimentichiamolo. Il calcio europeo è già globale, ne stiamo pagando il prezzo. C'è stato il tentativo di creare un nuovo modello rispetto a quello che conosciamo così bene. Il nostro modello è basato sul merito sportivo, sempre. Da dove arriviamo il merito non ha prezzo. Il merito non può essere un diritto acquisito, può essere solo guadagnato, stagione dopo stagione. Non c'è spazio per dei cartelli, in questo continente. Crediamo di averlo fatto capire, tutti insieme. Il calcio fa parte delle nostre radici, è l'ultimo asset pubblico che va privatizzato. Appartiene a tutti quelli che amano questo sport meraviglioso. Dobbiamo far sì che l'interesse di tutti prevalga su quello dei privati".