Toro-Lazio (se si gioca) chance per riaprire il discorso Izzo

29.10.2020 12:12 di Claudio Colla   Vedi letture
Toro-Lazio (se si gioca) chance per riaprire il discorso Izzo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

Mancato (finora) il bersaglio con la sua definitiva - o, quanto meno, provvisoria - trasformazione in terzino destro, Armando Izzo, ormai oscurato in rosa sia nella veste di difensore centrale, con Nkoulou, Bremer e Lyanco davanti a lui, sia in quella di laterale arretrato, con gli emergenti Vojvoda e Singo complessivamente positivi nel proprio ruolo naturale, appare al momento ascritto alla lista dei "separati in casa". Numero iscritti: lui, e forse Zaza ed Edera. Ma soprattutto Armandone, la cui esplosione in era Mazzarri appare un ricordo lontanissimo, persino sepolto. E, se le cose continueranno così, l'addio a gennaio si ritroverà dietro l'angolo.

A tal proposito, la Lazio era stata uno dei tanti club ad affacciarsi alla finestra, ancorché nemmeno lontanamente disposta a spendere i 20 milioni di euro chiesti da Cairo per la cessione del cartellino. Alla fine, i biancocelesti, per completare l'organico difensivo, hanno fatto ricorso al ritorno di Hoedt, oltre al "ripescaggio" di Vavro, acquistato nell'estate 2019 e quasi inutilizzato lungo la passata stagione. Per puntare ancora in alto, specie in tempi di rotazione degli interpreti ancor più necessaria che in passato, causa pandemia in corso, un innesto di livello a metà stagione, specie se le coppe saranno ancora una questione aperta, sarebbe per i biancocelesti quanto meno opportuno. Dunque, al netto dei rumours sul ritorno di fiamma dell'Inter, col possibile scambio con Vecino in ballo, chissà che l'occasione di riparlare del ventottenne campano, attualmente ai margini del progetto targato Giampaolo, non dia luogo a una trattativa vera.