Per Mario Rui prende corpo la possibilità di un ritorno in patria

04.06.2019 10:36 di Claudio Colla   vedi letture
Per Mario Rui prende corpo la possibilità di un ritorno in patria
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Laterale sinistro nel giro della nazionale portoghese, il 28enne Mario Rui arriva da un triennio, trascorso tra Roma e Napoli, fatto di luci e ombre, di infortuni e di titolarità soltanto occasionale. Quella granata, per l'ex-Empoli e Parma, potrebbe rappresentare la piattaforma ideale per rilanciare la propria carriera, mentre, anche per le parole pronunciate nel corso dei mesi dal suo agente, Mario Giuffredi, l'addio al club partenopeo appare decisamente probabile, nonostante il contratto in essere valido fino al giugno 2022. Proposto di recente anche al Milan, con la Lazio, che lo aveva seguito in passato, da non escludere tra le possibili pretendenti, per Mario Rui sembra però prendere seriamente corpo l'ipotesi di un ritorno in patria, lasciata nell'ormai lontano 2011, proprio tra le file di quel Benfica che non lo aveva ritenuto degno di un ruolo di rilievo in prima squadra. Le "Aquile" di Lisbona, stando a quanto riportato da Tuttosport, avrebbero incontrato i vertici azzurri, e la possibilità di un inserimento di Rui, come parziale contropartita, in uno scambio che porti il classe '95 spagnolo Alex Grimaldo in Italia, non è da escludere. Di 15 milioni di euro, forse persin generosa, la valutazione del cartellino effettuata da Transfermarkt.de, l'ingaggio annuo di Mario Rui ammonta a un milione e 800 mila euro, cifra al limite dei parametri societari granata.