Fares resta un profilo interessante per la mancina. Lazio e Napoli le rivali?

12.03.2020 10:33 di Claudio Colla   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Fares resta un profilo interessante per la mancina. Lazio e Napoli le rivali?

Corteggiato dal Toro lungo la scorsa estate, prima dell'infortunio ai legamenti occorsogli ad agosto, il laterale sinistro della nazionale argentina Mohamed Fares, appena tornato a disposizione della SPAL (mezz'ora abbondante contro la Juve, vittoria di Parma come prima da titolare con Di Biagio), resta un profilo di mercato decisamente spendibile per la martoriata fascia sinistra granata. A rischio ora persino la permanenza di Cristian Ansaldi, unico laterale mancino di ruolo rimasto, l'ex-Hellas Verona potrebbe comunque arrivare come alter ego dell'argentino, specie se il campionato si concludesse con la retrocessione, stando così le cose piuttosto probabile, della compagine estense.

Nativo francese, munito di relativo doppio passaporto, Fares, vincitore dell'ultima Coppa d'Africa, è sotto contratto col sodalizio di Ferrara fino al giugno 2022. Col succitato Ansaldi condivide alcune caratteristiche, tra le quali la capacità di muoversi in diagonale per arrivare a concludere e assistere sotto porta, un piede sinistro educato, in grado di effettuare aperture e traversoni, la propensione a disimpegnarsi anche in movimenti da interno di centrocampo di una mediana a cinque. Rappresentato da Mino Raiola, Fares continua a piacere al Napoli (che vorrebbe rimpiazzare con lui il connazionale Ghoulam), ed è osservato con attenzione anche dalla Lazio, in cerca di un esterno all'altezza della futura eredità di Senad Lulic. Di 6 milioni di euro la valutazione di Transfermarkt.de per il suo cartellino (ma la richiesta di partenza sarà probabilmente più elevata), il 24enne guadagna al momento 350mila euro a stagione, richiesta che sarà tendenzialmentre triplicata.