Da Paleari a Viviano, Sirigu aspetta il suo secondo

20.07.2019 10:28 di Redazione TG   Vedi letture
Fonte: E. Pastorella per Tuttomercatoweb
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Da Paleari a Viviano, Sirigu aspetta il suo secondo

Non è tra le priorità immediate del calciomercato granata, ma in casa Toro si continua la ricerca del secondo portiere. Non solo Simone Verdi, dunque: perché se da una parte il presidente Urbano Cairo e il nuovo direttore sportivo Massimo Bava sono sempre in pressing sul Napoli per il giovane fantasista offensivo, dall’altra vanno a caccia del vice-Sirigu. Il portierone azzurro, infatti, ha bisogno di un secondo di spessore nell’anno dell’Europa, considerati i tanti impegni della stagione. Salvador Ichazo non è stato confermato ed è partito a parametro zero, Antonio Rosati è a tutti gli effetti il terzo portiere e le gerarchie rimarranno queste, a meno di sorprese clamorose. Ma la ricerca del 12 non è così semplice.

Paleari in pole – “Bisogna fare attenzione agli equilibri dello spogliatoio, i portieri di riserva devono essere delle persone perbene: se vengono per dare fastidio e per giocare a tutti i costi non è bello” diceva il patron Cairo a proposito del secondo portiere. Ed è questo, probabilmente, il motivo per il quale la trattativa che sembrava sui binari più giusti si è pian piano arenata: è quella con il Cittadella per Alberto Paleari, il classe ’92 che l’anno scorso è stato eletto miglior portiere della serie B. Essendo molto giovane, l’estremo difensore ha voglia di recitare un ruolo da protagonista, avendo ambizioni di un posto da titolare, e per il momento la pista si è raffreddata. Sembrava potesse essere il nome giusto, per ora però non se ne farà nulla.

Altri nomi – Ma via via si stanno scartando i vari nomi. Orestis Karnezis ha già fatto sapere che si trova benissimo a Napoli e non andrà via, Adrian Semper non ha ancora superato appieno l’esame Mazzarri, Emiliano Viviano è l’ultimo ad essere entrato nella lista dei papabili: si è offerto al Toro, sono in atto le valutazioni. Situazione molto simile a Stefano Sorrentino, per il quale a inizio giugno si parlò di un ritorno sotto la Mole dopo che l’estremo difensore era cresciuto nelle giovanili granata, una sorta di chiusura del cerchio. La caccia al 12 continua, Sirigu aspetta il suo secondo.