Rolando Bianchi si ripresenta all'Atalanta: "Entrare nella storia del Toro tra le mie maggiori soddisfazioni"

21.08.2014 20:14 di Claudio Colla   vedi letture
Fonte: TuttoAtalanta.com
Rolando Bianchi si ripresenta all'Atalanta: "Entrare nella storia del Toro tra le mie maggiori soddisfazioni"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Presentato in conferenza stampa insieme a Richmond Boakye, Rolando Bianchi, 31enne centravanti ex-capitano del Toro, ha anche menzionato in più occasioni l'esperienza granata riproponendosi ai tifosi dell'Atalanta e ai media: "Ringrazio il Direttore Pierpaolo Marino e il Presidente Percassi, perchè è una chance che desideravo cogliere al volo e per me essere in una squadra di enorme valore, qual è l'Atalanta non può che darmi stimoli per dare il mio contributo. Esultanze passate con maglia di Torino e Bologna? I gol che ho fatto col Torino mi hanno permesso di entrare nella storia di un grande club come calciatore, mentre il gol con la maglia del Bologna arrivava dopo un periodo per me difficile a livello fisico e, in quella circostanza, il mio fu una gioia liberatoria. Non ho alcuna difficoltà nei confronti di Bergamo, sono fiero di essere bergamasco.

Mi trovo in un parco attaccanti qui all'Atalanta con caratteristiche diverse e che si possono completare, sono a disposizione e sento la fiducia del tecnico e spero di poter dare il mio contributo alla squadra per raggiungere un obiettivo importante. Colantuono? Si è creato un bellissimo rapporto nell'anno dei miei 27 gol, sia a livello caratteriale che tecnico e mi auguro di ripotermi ritagliare nuove soddisfazioni. 

Il nostro obiettivo è sempre quello di raggiungere la salvezza il prima possibile. Sarà un anno molto importante, perchè sono in prestito e desidero dare il massimo per conquistarmi la fiducia datami, conquisterò con sudore e il lavoro ogni minuto che avrò a disposizione per giocare. Per me tornare a Bergamo, dopo essermi formato come calciatore, mi fa piacere. Devo molto all'Atalanta, sono cresciuto qui, e se ho avuto la possibilità di aver fatto la carriera che ho fatto e grazie a questo club.

Le principali soddisfazioni in carriera? Salvarmi con la Reggina partendo dal -15 lo è stata, entrare nella storia del Torino come attaccante è una grande soddisfazione, come lo è stato giocare sei mesi a Manchester".