Belotti e la retorica dell'ex

14.11.2022 17:08 di Marina Beccuti Twitter:    vedi letture
Belotti e la retorica dell'ex
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Il rigore sbagliato da Andrea Belotti contro il Torino ha fatto storia, anche se il suo score dagli undici metri è sempre stato avaro, l'ex bomber granata ne ha sbagliati dieci su trentasei penalty che ha tirato. Una media non eccellente e qui si apre la diatriba che forse è meglio che non li tiri più. Perchè si è imposto ieri contro la sua ex squadra? Perchè voleva sbloccarsi proprio contro i granata? Voleva sbagliare apposta? (cosa a cui nessuno crede), oppure perchè non si fidava di Dybala, appena rientrato dopo un lungo stop per infortunio? Chissà cos'è passato nella mente del Gallo. Di certo tale errore ha fatto crescere la retorica dell'ex. Capitano del Toro, sette anni d'amore, la lettura a Superga dei nomi degli Immortali il 4 maggio. Tutto ha scomodato il TG3 Piemonte per fare un servizio, persin troppo lungo, sull'errore dal dischetto di Belotti e sul suo passato granata, in salsa simil melensa.

Inserito tra i peggiori della Roma, che ha giocato ieri contro il Toro, Belotti non va preso di mira da nessuno. Forse ha fatto la scelta sbagliata, avrebbe avuto bisogno di una squadra diversa, da metà classifica che giocasse per lui, anche se spesso si è sempre messo al servizio della squadra. I giallorossi sono allenati da un mister che possiamo definire estroso, per non dire altro. Mourinho è uno che divide, non unisce e i giocatori, se non entrano nelle sue grazie, sono tagliati fuori.

Il Gallo forse pensava che da svincolato avrebbe avuto richieste strabilianti, ma così non è stato e si è dovuto accontentare, anche se la Roma sulla carta poteva essere la soluzione giusta, una squadra da alta classifica. Cosa che può ancora diventare, ma si hanno dei dubbi a proposito.

Belotti e il Toro è una storia finita, almeno così sembra, nessuno esclude che possa anche tornare un giorno, in fondo non s'è lasciato male con nessuno. Ora però è arrivato il momento dei ricordi, senza infierire su un giocatore che al Toro ha dato molto e non ha mai criticato o messo in difficoltà nessuno. Forse i giudizi nei suoi confronti sono stati esagerati, non è stato sempre l'uomo squadra cui si pensava, ma concedergli il rispetto di un ex importante, questo sì, Belotti se lo merita.