Vitiello (MilanNews): "Il Milan cercherà di partire forte per riscattarsi. Il Toro può e deve fare un girone di ritorno migliore"

08.01.2021 06:30 di Marcello Ferron   Vedi letture
Vitiello (MilanNews): "Il Milan cercherà di partire forte per riscattarsi. Il Toro può e deve fare un girone di ritorno migliore"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Dopo il pareggio ottenuto mercoledì contro l'Hellas Verona, domani sarà già tempo di tornare in campo per il Torino, che sarà ospite del Milan capolista. I rossoneri, reduci dalla sconfitta contro la Juventus, cercheranno un pronto riscatto, mentre i granata andranno a caccia del quinto risultato utile consecutivo. Per presentare la partita la redazione di TorinoGranata.it ha intervistato in esclusiva Antonio Vitiello, di MilanNews.it.

Antonio, il Milan arriva dalla sconfitta contro la Juventus, ma anche contro i bianconeri, nonostante le molte assenze, la squadra di Pioli per oltre un'ora ha fatto vedere buone cose.

"Io credo che il titolo che si potrebbe dare alla partita di mercoledì sera contro la Juventus sia "Nessun dramma", Pioli al termine della gara ha manifestato gratitudine verso i suoi giocatori, che erano ovviamente amareggiati. Ma senza 5-6 titolari credo sarebbe stato difficilissimo per chiunque fare risultato in uno scontro diretto. Il Milan dunque arriva alla partita contro il Torino voglioso di riscatto, ma non recupererà nessuno degli infortunati, nemmeno Ibrahimovic, Pioli riavrà a disposizione soltanto Tonali, al rientro dalla squalifica; credo però che i rossoneri cercheranno di imporre subito il loro gioco per cercare di indirizzare la partita". 

Il Torino invece arriva alla sfida con il Milan reduce da 4 risultati utili consecutivi ma sempre in una posizione di classifica delicata. Che idea ti sei fatto della stagione dei granata finora?

"E' stata certamente una prima parte di stagione difficile per il Torino. La squadra di Giampaolo ad esempio ha disputato un bellissimo primo tempo nel derby, ma poi si è sciolta nella ripresa, anche con la Lazio è arrivata una sconfitta rocambolesca nel finale in una partita che stava vincendo. Ci sono stati diversi momenti di black out nei quali la squadra si è fatta recuperare da situazioni di vantaggio. La stagione per ora è stata deludente, ma si sapeva che Giampaolo avrebbe avuto bisogno di tempo, io credo che il girone di ritorno possa e debba essere migliore per la squadra granata, anche perchè nella propria rosa ha un grandissimo giocatore come Belotti, che nonostante le difficoltà della squadra si sta confermando uno dei giocatori più importanti di questo campionato".

Che tipo di partita ti aspetti domani sera a San Siro?

"Mi aspetto un Milan che parta subito forte, per cercare di dare un'impronta alla gara sin dal primo minuto. La squadra di Pioli in questa stagione ci ha abituato a partenze lanciate, ed a maggior ragione credo cercherà di approcciare allo stesso modo anche la partita di domani sera, perchè se non si dovesse sbloccare potrebbe diventare complessa, visto che il Torino nella ripresa potrebbe comunque pescare qualche giocatore dalla panchina, mentre il Milan vista l'emergenza infortuni si trova con le rotazioni ridotte al minimo".

Chi ti aspetti che possano essere da una parte e dall'altra i giocatori che potranno fare la differenza?

"Nel Torino Izzo a mio parere è un buon difensore, si era parlato in passato anche di un interesse del Milan verso di lui, se giocherà credo sia l'uomo da tenere d'occhio nella difesa granata. In attacco ovviamente Belotti è l'elemento più importante, negli scorsi anni inoltre contro il Milan ha spesso fatto molto bene. Credo che comunque il Milan abbia le possibilità di rifarsi dopo la partita contro la Juve; nei rossoneri, se ci fosse stato Ibrahimovic chiaramente avrei detto lui, ma vista la sua assenza mi aspetto un pronto riscatto da Theo Hernandez, dopo la brutta prestazione di mercoledì, e anche Leao potrebbe ritrovare il gol dopo esserci andato molto vicino contro la Juventus, oltre ad aver servito l'assist a Calabria.".