Roma, il rosso aumenta (e preoccupa): cedere gli esuberi per restare competitiva

16.05.2020 13:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: La Gazzetta dello Sport e Tmw
Diego Perotti
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Diego Perotti

Nei giorni scorsi il CdA della Roma ha approvato la situazione patrimoniale del club al 31 marzo, evidenziando un indebitamento finanziario di 278,5 milioni di euro, ben 57,9 milioni in più rispetto a quello riscontrato all'inizio dell'esercizio 2019/20. Due strade per risalire la china secondo la Gazzetta dello Sport: la cessione di alcuni asset strategici (giocatori) e l’abbassamento del costo del lavoro (il monte ingaggi dei giocatori) di circa il 20%. Un aiuto sostanziale potrebbe arrivare dalla cessione degli esuberi: tra questi ci sono sicuramente Olsen, Defrel, Karsdorp, Schick, Coric, Gonalons e Florenzi (non Nzonzi, che resterà in prestito al Rennes). Ma anche Pastore, Juan Jesus, Fazio, Bruno Peres e forse anche Perotti. Piazzarli tutti significherebbe, secondo la Gazzetta dello Sport, poter tenere Zaniolo e Pellegrini.