Juventus, è il derby di Locatelli. La sfida col Torino la decide un tifoso bianconero

03.10.2021 08:50 di Elena Rossin   vedi letture
Fonte: Tmw
Manuel Locatelli
TUTTOmercatoWEB.com
Manuel Locatelli
© foto di www.imagephotoagency.it

Lottando su ogni pallone, senza creare grossi grattacapi agli avversari ma la Juventus ci ha creduto fino alla fine, come da motto bianconero, e proprio alla fine ha firmato la rete decisiva ai fini del risultato che regala alla squadra di Allegri la terza vittoria consecutiva in campionato e il quarto risultato utile di fila. E a mettere il marchio sul suo primo derby della Mole è stato proprio un tifoso della Vecchia Signora: quel Manuel Locatelli che, come pochi, si è già preso la squadra e tutti i suoi tifosi.

LOCATELLI È L’UOMO DERBY - 86 minuti di equilibrio, pressoché totale, fra due squadre abili, in gran parte, ad annullarsi. In questi casi, a maggior ragione quando la gara giunge negli scampoli finali, il pareggio diventa la soluzione definitiva. A meno che una giocata, estemporanea, spesso e volentieri di un singolo, non cambi la scena. Come nelle più classiche fiabe a lieto fine, le luci della ribalta se le prende un giocatore cresciuto a pane e Juventus. Tifoso bianconero fin dalla nascita, Manuel Locatelli probabilmente sognava di vivere una notte del genere. Derby da titolare, oltre che leader indiscusso della mediana di Allegri, gol da tre punti all’86°, con un tiro piazzato all'angolino basso dal limite dell'area di rigore, e corsa a perdifiato sotto lo spicchio dell’Olimpico Grande Torino dedicato ai tifosi della Juventus. L’abbraccio e la liberazione, a simboleggiare quanto fosse importante proseguire sulla strada intrapresa nella pazza serata di La Spezia. “L’emozione è fantastica, - ha commentato il numero 27, - abbiamo vinto il derby. Bello, serviva tanto perché era il derby e perché in classifica dovevamo fare un altro passo avanti. Ci siamo riusciti, quindi bene così. Qui c’è un gruppo incredibile, mi hanno accolto benissimo. Siamo veramente un grande gruppo di amici e di persone vere, nonostante ci siano tanti giocatori forti sono tutti umili”. La Juve fa suo il derby della Mole, centra la terza vittoria consecutiva, chiude a doppia mandata la porta non subendo gol dopo 20 gare di fila in Serie A e continua a scalare la classifica. Miglior approccio alla sosta per le nazionali non poteva esserci.