Debreceni, il bomber Haruna Garba: "Giocare a questi livelli è un sogno"

25.07.2019 11:36 di Claudio Colla   Vedi letture
Debreceni, il bomber Haruna Garba: "Giocare a questi livelli è un sogno"

Approdato tra le file del Debreceni, prima esperienza nel calcio ungherese per lui, dopo l'ennesima stagione ad alti livelli nel campionato maltese (tra le file dello Gzira United, mentre in precedenza aveva militato nei ranghi di altri due club locali, Hamrun Spartans e Silema Wanderers), il 25enne attaccante nigeriano Haruna Garba, intervistato dal quotidiano "Times of Malta", ha parlato dell'emozione, vissuta da lui stesso e dai suoi nuovi compagni di squadra, di fronte all'appuntamento del preliminare di Europa League che li opporrà al Toro di Mazzarri:

"Giocare a questi livelli è un sogno che si avvera. Al tempo stesso, devo ammettere di aver da sempre avuto l'ambizione di solcare campi così prestigiosi. Sono davvero felice di far parte di questa squadra, ed essere stato uno dei marcatori nel doppio confronto precedente è una sensazione meravigliosa. In particolare per la gioia che abbiamo regalato ai nostri tifosi. Per ora ci siamo dimostrati competitivi, e vogliamo andare avanti il più possibile nel torneo. Molto, naturalmente, dipenderà dai sorteggi. È un grande appuntamento per tutti noi; il bello di disputare una competizione europea è innanzitutto poter giocare contro squadre così forti. Ogni calciatore punta a mettersi in mostra in gare come queste, a livello di visibilità individuale, e, personalmente, non vedo l'ora di mettermi alla prova in un contesto del genere. Inoltre, per la squadra, è importante poter lasciare un segno in Europa League".

Sull'impatto con la sua nuova realtà professionale: "Sono arrivato in un ambiente fantastico, e sono davvero felice di far parte del Debreceni. È una squadra che punta a vincere tutto, e questo motiva tantissimo a dare tutto sul campo. E il Debreceni è una società in grado di offrire a un giocatore tutto ciò che serve alla sua crescita professionale, dalla consulenza nutrizionistica alle strutture". Chiosa sullo Gzira, suo ex-club, che ha appena eliminato l'Hajduk Spalato, avversaria ben più nota e blasonata: "Sono davvero orgoglioso dei 'miei' ragazzi. So di cosa sono capaci, e sono riusciti a dare lustro al calcio maltese. Che, a esser sinceri, non gode di una grandi fama e reputazione, a livello internazionale. Infatti, quando ho firmato per il Debreceni, il presidente mi ha posto parecchie domande in merito, e io gli ho risposto che il calcio maltese è in grande crescita. Dopo la gara di ritorno del precedente preliminare, lo stesso presidente si è rivolto a me, comunicandomi che lo Gzira aveva eliminato l'Hajduk. Ho provato grande orgoglio, in quel momento".