Rivera "Penso ad accademia per giovani"

'Bisogna ripartire dall'amore per la tecnica e il pallone'
 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 1081 volte
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - RIPA TEATINA (CHIETI), 17 LUG - "Sto pensando di lanciare un nuovo progetto, una accademia del calcio che porti il mio nome. Credo sia importante che i ragazzi riscoprano la tecnica, il gusto del gioco del pallone piuttosto che la tattica, che spegne l'entusiasmo e il talento". L'idea è dell'ex capitano del Milan, Gianni Rivera, che è stato premiato per il libro 'Gianni Rivera autobiografia di un campione', nella sezione riservata alla letteratura, alla 12/a edizione del Premio Rocky Marciano tenutosi a Ripa Teatina. "Ho chiaro l'esempio - aggiunge - di due allenatori fondamentali per me: Giuseppe Cornara, il mio tecnico all'Alessandria, e Nils Liedholm, che conobbi come tecnico nell'ultima fase della carriera. Per entrambi la tecnica, il rapporto col pallone, era fondamentale. Ecco, vorrei che nella mia accademia, i giovani potessero ripartire da li, dall'amore per la tecnica ed il pallone, che sono l'essenza del gioco del calcio".