La Fiorentina sbanca il Bentegodi...ma che fatica!

27.01.2019 15:32 di Claudio Colla  articolo letto 1251 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
La Fiorentina sbanca il Bentegodi...ma che fatica!

Pur con un ultimo posto complicato da lasciarsi alle spalle, e una retrocessione che incombe (sono 9 al momento i punti di distanza dall'Empoli, quartultima), il Chievo Verona non dà vita a facile alla Fiorentina, che passa sul terreno del Bentegodi, ma solo per mezzo di un rocambolesco 3-4, delineatosi come tale nell'ultimo quarto d'ora di gara (recupero incluso). Ci mettono poco a passare in vantaggio i viola: dopo soli 4', Hancko suggerisce per Muriel, che Depaoli si perde completamente, e che trafigge un incolpevole Sorrentino. Subito prima del quarto d'ora, i gialloblù si illudono del pari per ben due volte nel giro di un minuto e mezzo: prima Stepinski colpisce il palo, poi segna Giaccherini, su errore marchiano di Lafont; il VAR però annulla la rete scaligera, per supposta azione di disturbo a opera di Pellissier su Vitor Hugo. Un grande uno-due sull'asse Benassi-Simeone-Benassi, poco prima della mezz'ora di gara, porta poi al gol l'ex-centrocampista granata, decretando così il doppio vantaggio gigliato. Prima della fine della prima frazione di gioco, al 38', Depaoli si fa perdonare, fornendo a Stepinski l'assist per la rete che rimette il Chievo in partita. Poco prima del quarto d'ora del secondo tempo, la Fiorentina incassa una doppia botta: Benassi, in area, ferma con la mano una conclusione del solito Stepinski, dando luogo sia alla propria espulsione, sia al penalty decretato a favore dei padroni di casa, trasformato da capitan Pellissier. Alcune sostituzioni e alcune offensive su entrambi i fronti, e si giunge al 79', quando Chiesa apre il piatto e sigla il terzo gol per i toscani. Da qui, dunque, il culmine della girandola di emozioni finale: palo di Muriel all'82; altro rigore per il Chievo all'85', calciato ancora da Pellissier e, questa volta, parato da Lafont; seconda soddisfazione personale per Chiesa, un minuto dopo, su assist di Gerson; rete di Djordjevic all'89', subentrato appena dieci minuti prima a Stepinski, ancora una volta di fronte a una linea difensiva viola in bambola; Pezzella salva il risultato al 93', respingendo sulla linea di porta una conclusione ravvicinata di Giaccherini. Pur con fatica e tanti problemi, specialmente in difesa, evidenziati dalla gara di oggi, la Fiorentina sale al nono posto, con 30 punti totali in 21 gare disputate, conseguendo la settima vittoria in campionato della stagione.