Serie A, Genoa-Brescia 0-1 alla fine del primo tempo

Ha sbloccato la partita Tonali. I tifosi del Genoa hanno contestato il presidente Preziosi.
26.10.2019 21:43 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Sandro Tonali
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Sandro Tonali

Il Brescia si è presentato in campo compatto e ordinato, mentre il Genoa non ha ancora recepito i nuovi dettami tattici di mister Motta. La partita è stata piuttosto bloccata e priva di sussulti fino al bel gol di Tonali su punizione.  Un disimpegno errato di Radu che ha favorito Ayé, ma il francese, da buona posizione, è stato poco reattivo e si è fatto murare dalla difesa. Dall'altra parte un paio di spunti di Gumus hanno messo in apprensione la retroguardia, ma nulla più.
Da segnalare che Chancellor è uscito per infortunio al suo posto Gastaldello (40’).

IL GOL Tonali direttamente su punizione ha messo la palla nel sette sorprendendo Radu e segnando il suo primo gol in Serie A.

LA CONTESTAZIONE DEI TIFOSI CONTRO IL PRESIDENTE PREZIOSI I tifosi del Genoa hanno continuato la protesta contro il patron Enrico Preziosi  esponendo uno striscione nella Gradinata Nord prima della partita con il Brescia con scritto: "Oggi 10 minuti, domani l’intero campionato... Dall’anno scorso per noi nulla è cambiato", il messaggio del popolo rossoblù all'indirizzo del patron Enrico Preziosi. E in segno di protesta contro la gestione societaria hanno preso posto  10 minuti dopo il fischio d'inizio del match.

Genoa (4-2-3-1) Radu; Ghiglione, Zapata, Romero, Ankersen; Radovanovic, Schone; Gumus, Cassata, Lerager; Pinamonti.
A disposizione: Marchetti, Jandrei, Barreca, Goldaniga, Sanabria, Kouamé, El Yamiq, Biraschi, Jagiello, Pandev, Agudelo, Saponara
Allenatore: Motta.

Brescia (4-3-1-2) Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor (40' Gastaldello), Mateju; Bisoli, Tonali, Romulo; Spalek; Balotelli, Aye.
A disposizione: Alfonso, Ndoj, Zmrhal, Donnarumma, Matri, Morosini, Semprini.
Allenatore: Corini.

Arbitro: Abisso di Palermo