Roma, Di Francesco appeso a un filo. Le ipotesi in campo

05.03.2019 10:14 di Claudio Colla  articolo letto 1387 volte

Avversaria diretta del Toro nella corsa alla qualificazione per la prossima Europa League, specie dopo la pesante sconfitta subita nel derby capitolino di sabato sera, in casa Roma si rivalutano, massivamente, futuro e presente. Mentre Eusebio Di Francesco, quasi sicuramente, fronteggerà l'esonero immediato qualora fosse il Porto, questa sera, a spuntarla per la qualificazione ai quarti di finale di Champions League, sfilano i nomi dei possibili traghettatori: due su tutti, Christian Panucci, giallorosso di lungo corso da giocatore (dal 2001 al 2009), e attuale tecnico della nazionale albanese, e Roberto Donadoni, che avrebbe già rifiutato la proposta, chiedendo invece un contratto almeno a medio termine. In vista di un progetto che possa partire dalla prossima estate, i nomi più quotati sembrano quelli di Maurizio Sarri, che sarà con ogni probabilità congedato dal Chelsea, e Gian Piero Gasperini, che potrebbe rivelarsi pronto a una nuova esperienza in una big, otto anni dopo il fiasco sulla panchina dell'Inter. Sullo sfondo il solito Paulo Sousa, il quale avrebbe appena rimandato al mittente l'offerta del Bordeaux (ma il club francese potrebbe tornare alla carica, implementando la promessa di una maggior capacità d'investimento sul mercato, precisa richiesta del tecnico portoghese). Grandi cambiamenti previsti anche in ambito dirigenziale: Monchi partirà quasi sicuramente (destinazione Arsenal o PSG, con il Manchester United più defilato), lasciando il posto di direttore sportivo a uno tra Massimo Mirabelli (ex-Milan), Daniele Faggiano (Parma), e Piero Ausilio (Inter), per quanto non sia da escludere la promozione di uno tra gli ex-granata Frederic Massara e Federico Balzaretti.