Atalanta-Torino, i precedenti tra i due tecnici

Bilancio in parità: quattro successi per parte (e due pareggi) in dieci confronti
25.09.2018 10:00 di Giuseppe Livraghi  articolo letto 687 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Atalanta-Torino, i precedenti tra i due tecnici

La partita di mercoledì sera sarà l'undicesimo confronto tra Walter Mazzarri e Gian Piero Gasperini: il bilancio è in parità, con 4 vittorie per parte (e 2 pareggi). Le strade dei due allenatori si incrociano per la prima volta alla quarta giornata della Serie A 2007-2008, nel sentito derby di Genova, con Mazzarri sulla panchina blucerchiata e Gasperini su quella rosso-blu: finisce 0-0, mentre la gara di ritorno (alla ventitreesima, in casa del Genoa) vede il successo per 1-0 dei sampdoriani, grazie ad un acuto di Maggio all'87'. Gasperini fa bottino pieno con il suo Genoa la stagione seguente: 1-0 all'andata in trasferta alla quindicesima giornata e 3-1 al ritorno in casa alla trentaquattresima sulla Samp “mazzarriana”. I due tecnici si ritrovano anche l'annata successiva (2009-2010), con Mazzarri che, subentrato a Roberto Donadoni sulla panchina del Napoli, impatta per 0-0 alla ventiduesima giornata in Campania con il “grifone” sempre guidato da “Gasp”. La stagione seguente, che vede i due allenatori confermati sulle rispettive panchine, registra una doppia affermazione di Mazzarri: 1-0 sia a Genova alla sedicesima sia al “San Paolo” alla trentacinquesima. Altre sfide nelle stagioni 2012-2013 e 2013-2014. Nella prima annata, Mazzarri (alla guida del Napoli) ha nettamente la meglio sul collega, subentrato a Giuseppe Sannino alla guida del Palermo: 3-0 alla ventesima giornata. Successo di Gasperini, invece, nel 2013-2014: tornato al “suo” Genoa (subentrando a Fabio Liverani), l'attuale tecnico dell'Atalanta ha la meglio sull'Inter di Mazzarri per 1-0, grazie ad una prodezza di Luca Antonelli all'83' (ventesima giornata). Ed eccoci all'ultimo confronto, risalente alla scorsa stagione e datato 22 aprile 2018, terminato col successo dell'Atalanta “gasperiniana” per 2-1, vittoria decisiva per l'accesso all'Europa League dei bergamaschi e, quindi, per la mancata qualificazione europea del Toro.