Bari, Garofalo: "Non sarà una gara come le altre per me, ma se segno esulto"

 di Riccardo Billia  articolo letto 1976 volte
Fonte: asbari.it
© foto di Federico De Luca
Bari, Garofalo: "Non sarà una gara come le altre per me, ma se segno esulto"

Nel primo anno sotto la Mole ha disputato un campionato eccellente, sfiorando la serie A, con Colantuono in panchina. L'anno scorso, invece, è naufragato come tutta la squadra di Lerda nella mediocrità, vivendo anche diverso tempo ai box per infortuni vari. Da quest'anno Agostino Garofalo è lo stantuffo della corsia di sinistra del Bari di Torrente, ed è pronto a fare lo sgambetto alla sua ex squadra, come ha affermato nella conferenza stampa di metà settimana: "Contro il Toro facciamo tesoro degli errori commessi contro il Verona. Dopo tutto, a parte la partita di sabato scorso, il Bari ha sempre risposto in modo autorevole alle partite di cartello. Bisognerà sfruttare il loro modo di giocare, gli spazi che ci lasceranno. Per me non sarà una partita come le altre. Mi porto dentro ancora tanti ricordi di quelle due stagioni passate in granata. Questo però non mi fermerà nell'obiettivo di dare il massimo. E se dovessi segnare esulterò comunque. Non lo vedo come una mancanza di rispetto nei confronti dei vecchi tifosi. Anzi è dimostrazione di professionalità e di attaccamento alla maglia".