Mazzarri non indica la quota Europa, ma potrebbe essere …

A sei gare dalla fine del campionato, tate squadre in un pugno di punti e con un calendario ricco d’intrecci non è facile prevedere quanti punti servono, ma un calcolo è possibile.
19.04.2019 20:00 di Elena Rossin   Vedi letture
Fonte: Elena Rossin
Mazzarri non indica la quota Europa, ma potrebbe essere …

Giustamente Mazzarri dice che “Questo campionato è talmente strano, equilibrato e molto combattuto che a parte il primo posto per le altre posizioni si è visto che nel momento in cui si pensava che una squadra potesse prendere il volo poi inciampava”. Ed ha assolutamente ragione quando afferma che “Valgono queste sei giornate finali, può succedere di tutto”. La classifica da questo punto di vista è chiara dal quinto al nono posto: Milan 55, Roma 54, Atalanta 53, Lazio 52, Torino 50 e Sampdoria 48. In ballo c’è l’ultimo posto utile per la Champions e due per l’Europa League con un terzo che potrebbe arrivare dalla Coppa Italia, se chi la vincerà avrà terminato il campionato nelle prime sei posizioni.

Mazzarri in conferenza stampa alla domanda se ha pensato a quale sia la quota per accedere all’Europa League ha detto di no, ma quale sarebbe questa quota? Per dirlo bisogna tenere conto delle partite che dovranno affrontare tutte le concorrenti perché fino all’ultimo ci sono scontri diretti e indiretti.

Milan: Parma, Torino, BOLOGNA, Fiorentina, FROSINONE e Spal 
Roma: Inter, CAGLIARI, Genoa, JUVENTUS, Sassuolo e PARMA
Atalanta: Napoli, UDINESE, Lazio, GENOA, Juventus e SASSUOLO
Lazio: CHIEVO, Sampdoria, ATALANTA, Cagliari, BOLOGNA e Torino 
Torino: Genoa, MILAN, Juventus, SASSUOLO, Empoli e LAZIO  
Sampdoria: Bologna, LAZIO, Parma, EMPOLI, Chievo e JUVENTUS 
(In MAIUSCOLO le partite in CASA e in minuscolo quelle in trasferta)

Con un simile calendario servono dodici punti per essere certi di centrare l’obiettivo, magari alla fine potrebbero bastarne anche solo dieci, ma è meglio non rischiare.