VERSIONE MOBILE
TMW   
 Domenica 22 Gennaio 2017
22 Gen 2017 15:00
Serie A TIM 2016-2017
  VS  
Bologna   Torino
[ Precedenti ]
COSA SERVE CON URGENZA AL TORO NEL MERCATO DI GENNAIO?
  
  
  
  
  
  

PRIMO PIANO

La sconfitta nel derby al Torino brucia, ma l’onore è salvo e si va avanti

I granata sul finale hanno ceduto alla superiorità qualitativa e tecnica dei bianconeri. Ora il Torino ha nel mirino il Napoli e deve evitare di perdere la terza partita di fila.
13.12.2016 07:00 di Elena Rossin  articolo letto 3272 volte
Fonte: Elena Rossin
© foto di www.imagephotoagency.it
La sconfitta nel derby al Torino brucia, ma l’onore è salvo e si va avanti

Chi si sofferma solo sul risultato può pensare che il Torino sia uscito dal confronto con la Juventus con le ossa rotte. Sbagliato, non è così perché se il tre a uno può effettivamente far penare che nella partita ci sia stato un predominio bianconero, ma il campo ha evidenziato, invece, che solo nel finale la superiore qualità della squadra di Allegri è venuta fuori ed ha fatto la differenza, prima c’è stato un sostanziale equilibrio. Il Torino in questo derby non ha sbagliato l’approccio alla partita ed ha tenuto alto l’onore al punto da cercare di vincere finendo per perdere è vero, ma proprio perché ha osato e non si è arreso accontentandosi. Per onestà intellettuale bisogna dire che qualche tifoso granata avrebbe preferito pareggiare in modo da portare a casa almeno un punto, ma la maggior parte è comunque soddisfatta seppur la sconfitta bruci e non poco. A chi non brucia perdere una partita, figuriamoci poi un derby.

Il Torino qualche errore l’ha commesso sia in occasione dei gol presi sia in generale perché quando la Juventus era un po’ in affanno non ha saputo sfruttare fino in fondo le occasioni che ha creato per portarsi in vantaggio. Qualche giocatore ha reso meno delle aspettative, Liajic e Castan in particolare, ma anche Falque e Rossettini e in parte Baselli. Poi anche Mihajlovic scegliendo di effettuare tre cambi tutti insieme ha involontariamente messo ancora più in difficoltà i suoi, già un po’ in affanno, che, infatti, in pochi secondi non sono riusciti a risistemarsi in campo e il lancio lungo di Chiellini ha pescato Higuain che non ci ha pensato su due volte e con una mezza girata si è sbarazzato del giovane Barreca, trovatosi solo in balia del più esperto avversario, e ha trafitto Hart. Nell’occasione Rossettini e Castan avrebbero dovuto essere molto più nei paraggi, ma si sa che gli episodi nel calcio possono essere favorevoli o contrari. Si potrebbe anche puntare il dito sull’arbitro Rocchi che non ha sanzionato nel primo tempo e sullo zero a zero l’intervento di Rugani su Belotti che si stava involando verso l’area di Buffon, per alcuni era cartellino rosso per altri magari non del tutto poiché il “Gallo” era ancora abbastanza distante dall’area bianconera, ma sicuramente almeno un giallo ci stava tutto e la conseguente punizione anche. Ljajic, poi, avrebbe potuto trovare la traiettoria perfetta calciando la punizione e questo avrebbe potuto cambiare il risultato finale.

Ora il derby è passato agli annali e c’è da concentrarsi sul Napoli, altro cliente di livello da affrontare e per di più al San Paolo. Il Torino che finora non aveva mai perso due partite di seguito e mai in casa dovrà fare molta attenzione a non portare a tre le sconfitte perché andrebbe in parte a compromettere il buon andamento tenuto nel mese di novembre, contraddistinto da tre vittorie, e in generale nel periodo precedente quando in undici partite i granata conquistarono ventidue punti, tenendo una media di due punti a gara. Facendo tesoro degli errori commessi nel derby il Torino e Mihajlovic possono guardare avanti e mantenere la rotta verso l’Europa League, poi a gennaio dovrà essere la società a intervenire perché se non si hanno in panchina giocatori che danno garanzie di rendimento non troppo dissimili da quelle dell’undici titolare il traguardo diventa difficile da raggiungere.


Altre notizie - Primo Piano
Altre notizie
 

MAXI IN SOVRAPPESO, LA LAVATRICE RESTA A CASA. IL BUCATO È FINITO?

Maxi in sovrappeso, la lavatrice resta a casa. Il bucato è finito? La metafora ha fatto il giro del web e della stampa. Sinisa Mihajlovic ha dato della lavatrice a Maxi Lopez, nel suo modo assai ironico ma diretto di dire le cose, poi non l'ha convocato. E dire che Lopez sarebbe stato il sostituto ideale dello squalificato Andrea Belotti, ch...

NEWSLETTER FEDE-SPORT DI CARLO NESTI – GENNAIO 2017 PER FEBBRAIO 2017 – L’ANIMA CANDIDA DI PISACANE

Newsletter Fede-Sport di Carlo Nesti – Gennaio 2017 per Febbraio 2017 – L’anima candida di PisacaneDici, o scrivi, Pisacane, e riaffiorano subito ricordi scolastici risorgimentali. Il duca napoletano di San Giovanni,...

CHIEVO, NEMBER SUL FUTURO DI CASTRO: "PRESUMO RESTI QUI"

Chievo, Nember sul futuro di Castro: "Presumo resti qui"A margine della partita che il Chievo ha giocato con la Fiorentina (0-3), il direttore sportivo dei clivensi ha parlato anche...

BOLOGNA, DONADONI: "DOVREMO AFFRONTARE IL TORINO CON DETERMINAZIONE ED AGGRESSIVITÀ"

Bologna, Donadoni: "Dovremo affrontare il Torino con determinazione ed aggressività"Il tecnico del Bologna Roberto Donadoni ha parlato in conferenza stampa del match di domenica contro il Torino. "La...

TORO PRIMAVERA, SUCCESSO IN VENETO CONTRO IL CITTADELLA

Toro Primavera, successo in Veneto contro il CittadellaTorna il campionato Primavera e il Toro apre l'anno con una bella visttoria. Al Tombolato di Cittadella,...

BOLOGNA-TORINO, 3-2 (PIÙ MIHAJLOVIC) IL CONTO DEGLI EX

Bologna-Torino, 3-2 (più Mihajlovic) il conto degli exSono cinque gli ex coinvolti nel Bologna-Torino in programma domani pomeriggio: tre sul versante felsineo (il 30enne...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 Gennaio 2017.
 
Juventus 48
 
Roma 44
 
Napoli (1) 44
 
Lazio (1) 40
 
Milan 37
 
Inter 36
 
Atalanta 35
 
Fiorentina 33
 
Torino 30
 
Cagliari 26
 
Chievo Verona (1) 25
 
Udinese 25
 
Sampdoria 24
 
Genoa 23
 
Bologna (-1) 23
 
Sassuolo 21
 
Empoli 18
 
Palermo 10
 
Crotone (-1) 9
 
Pescara (-1) 9

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI