Carlao: "Ho scelto il Toro per la sua storia e perchè è un club glorioso"

 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 6016 volte

L'ultimo acquista del Torino, il difensore brasiliano Carlao, è a Torino per espletare le ultime burocrazie, prima di essere ufficialmente un giocatore granata. Nel frattempo è stato intervistato in esclusiva da TMW.

"Essere per la prima volta in Italia è una grande soddisfazione, un'emozione grande. Ho giocato al Corinthians da giovane, fino in prima squadra. Poi sei anni in Francia, in un campionato importante ma l'Italia è particolare: ci sono tante grandi squadre, il livello è alto ed è bello essere qui", ha detto il giocatore arrivato in Italia grazie all'intermediazione di Stefano Salvini con l'agente del giocatore, il brasiliano Alessandro Silva.

Carlao ha risposto anche perchè ha scelto il Toro: "E' una squadra gloriosa, importante. C'erano offerte da altri paesi, anche in Grecia e Germania, ma quando ho sentito dell'interesse del Torino ho subito detto di sì. E' un grande club, ci hanno giocato tanti brasiliani importanti in passato ed ha una tradizione pazzesca del calcio italiano. Cosa conosco della sua storia? Ogni brasiliano conosce il Torino. Dalla tragedia di Superga a Junior, a Casagrande, che hanno fatto la storia al Torino. Ha una grande tradizione, i tifosi sono fantastici, la città è bellissima e tutti, davvero, conoscono il Torino e la sua gloria".

Parlando delle sue caratteristiche ha sottolineato: "Mancino, difensore centrale, posso giocare anche da terzino sinistro. Ho giocato anche da mediano, in mezzo al campo, ma il mio ruolo 'tipo' è in mezzo alla difesa. Sono tecnico, mi hanno spesso dato in mano il gioco dal basso delle squadre e quel che ho fatto all'APOEL vorrei rifare chiaramente al Torino. Penso di essere un professionista, un giocatore serio. Mi piace lavorare, faticare, non ho problemi a farlo".

I suoi idoli sono due e molo importanti: "Mio padre e mia madre. Sono le persone più importanti della mia vita".