Carlo Nesti: "Italia: è meglio cambiare"

 di Marina Beccuti  articolo letto 1384 volte

Probabilmente, Prandelli non cambierà l’assetto tattico della bella prestazione contro la Spagna, e avrà le sue buone ragioni. Personalmente invece, credo che varrebbe la pena modificarlo: 1) in virtù del 4-4-2 della Croazia; 2) per la presenza del pericoloso Perisic, esterno sinistro alto, e del massiccio Mandzukic, centravanti di peso; 3) per consentire a Pirlo, meglio protetto, di giocare più dei 56 palloni della prima partita, la metà rispetto alla Juve. Quindi, opterei per il 4-3-3: Buffon, Abate o Ogbonna (su Perisic), Bonucci, Chiellini (su Mandzukic), Balzaretti / De Rossi (su Modric), Pirlo, Marchisio / Cassano, Di Natale, Balotelli. Anche il 4-4-2 potrebbe funzionare: Buffon, Abate o Ogbonna, Bonucci, Chiellini, Balzaretti / Maggio, De Rossi, Pirlo, Marchisio / Balotelli o Cassano, Di Natale.

NOTA BENE – Su Top Calcio 24, canale dei digitale terrestre, che si riceve anche in “streaming” sul Web, sono presente prima, durante, e dopo le partite dell’Italia, per commentare gli incontri, dialogare con voi al telefono, e ascoltare gli opinionisti campioni del mondo 1982: Antognoni, Cabrini, Gentile e Zoff.

 

BLOG: http://www.carlonesti.it
FACEBOOK: http://www.facebook.com/pages/Carlo-Nesti/148330681090
TWITTER: http://www.twitter.com/carlonesti (@carlonesti)