tmw
 Giovedì 24 Luglio 2014
EX GRANATA
Daily Network
© 2014
EX GRANATA

In Africa vince un pezzo di Toro

20.09.2012 10:54 di Marina Beccuti  articolo letto 2721 volte
Fonte: Repubblica
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Molti si ricorderanno di Danilo Pileggi, centrocampista calabrese, classe '58, che visse tre periodi ben distinti in maglia granata, dapprima giovanissimo nella stagione '77/78, quando nell'aria si sentiva ancora il profumo dell'ultimo scudetto (1 partita e 1 gol all'esordio contro il Bologna). Andò un anno all'Ascoli, per poi rientrare, '79/80, 12 presenze, nessun gol, e infine il ritorno dall'83 al'87, dove visse quattro stagioni collezionando 62 presenze ed un gol. Ebbene, da vice di Dossena quando allenava il Ghana, Pileggi deve aver sofferto anche lui del mal d'Africa, in quanto è rimasto e recentemente ha vinto lo scudetto con la squadra considerata la Juventus d'Etiopia, il Saint George, con cui ha conquistato 59 punti in 26 partite. "Sono qui da due anni e al secondo abbiamo vinto. In realtà però in questa stagione, sono subentrato a un collega serbo, che la società ha esonerato dopo tre partite. A novembre mi hanno richiamato ed è andata bene", ha detto l'ex giocatore a Repubblica. Indubbiamente sono tante le difficoltà, come dice lui stesso: "La preparazione è da migliorare parecchio. Non c'è una cultura professionistica. O meglio i calciatori sono professionisti, perché, di fatto, il calcio è il loro lavoro. Ma dal punto di vista mentale sono più proiettati sull'oggi che sul domani. Si accontentano, invece di puntare a migliorare ancora".

La televisione non la fa ancora da padrona nel mondo del calcio, che preferisce un altro media: "La nota più interessante è quella delle radio che parlano tutto il giorno di calcio, mi ricordano quelle romane: Nazionale, campionato e calcio straniero sono i temi principali". Tuttavia il pubblico è molto presente allo stadio: "In media ci sono almeno 10-15mila persone allo stadio. In occasione dell'ultima partita di campionato siamo arrivati anche a più di 25mila, c'era il tutto esaurito. E' stata una bella festa".

Il calcio italiano non è molto seguito, in Africa preferiscono seguire la Premier League dove il tifo va per la maggior parte al Manchester United e all'Arsenal (che annovera sempre forti giocatori di origine africana). Infatti la gente è rimasta indietro sui nomi del nostro calcio: "L'interesse è un po' fermo, si citano ancora giocatori di 10 anni fa, è legato a un'immagine del passato". Forse quando il calcio era meno parlato e più entusiasmante.


Altre notizie - Ex granata
Altre notizie
 

ESCLUSIVA TG – AVV. PASQUALIN: “TRATTARE FERREYRA PUÒ ESSERE FACILE, MA ANCHE COMPLESSO”

L’avvocato Claudio Pasqualin è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Pasqualin è il decano degli agenti di mercato italiani e da lui ci siamo fatti spiegare quanto può essere difficile se il Torino volesse tesserare Facundo Ferreyra nel ...

CARLO NESTI: "CERCI PER 18 MILIONI: CAIRO, SIAMO STRACCIONI?"

Nella "top ten" degli affari estivi, leggo che le ultime posizioni sono occupate da Shaw, dal Southampton al...

TORINO, IL NOME DELLE AVVERSARIE IN EUROPE LEAGUE

Il Torino conosce il nome del prossimo avversario che incontrerà in Europe League a fine luglio. L'avversaria...

TORINO, PRESI DUE GIOVANI DAL SIENA

Il Torino, dopo il fallimento del Siena, che ripartirà dai dilettanti, è riuscito ad assicurarsi due giovani...

LETTERE ALLA REDAZIONE, UN MESSAGGIO PER ALESSIO CERCI

Alessio io ho 60 anni e vidi la mia prima partita del Torino con mio padre al Comunale (Olimpico) nel 1963 con il Benfica a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 24 Luglio 2014.
 
Juventus 102
 
Roma 85
 
Napoli 78
 
Fiorentina 65
 
Inter 60
 
Parma 58
 
Torino 57
 
Milan 57
 
Lazio 56
 
Hellas Verona 54
 
Atalanta 50
 
Sampdoria 45
 
Genoa 44
 
Udinese 44
 
Cagliari 39
 
Chievo Verona 36
 
Sassuolo 34
 
Catania 32
 
Bologna 29
 
Livorno 25

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy