Unione Club Granata, un nuovo sogno per stare insieme. Cardinali: "Vogliamo essere in tanti e forti verso l'esterno"

 di Marina Beccuti Twitter:   articolo letto 2056 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Unione Club Granata, un nuovo sogno per stare insieme. Cardinali: "Vogliamo essere in tanti e forti verso l'esterno"

E' stato costituito da appena un mese e già si sente il profumo del successo di un'iniziativa che spesso è stata intrapresa dalla tifoseria organizzata granata, salvo poi fallire per questioni varie. Ora si ripropone in modo un po' diverso, aggregare senza soffocare, ovvero lasciare massima libertà ai club, che però unendosi possono usufruire di aiuti sotto tutti i punti di vista.

TorinoGranata insieme a Radio Beckwith ha avuto modo di contattare Luca Cardinali, membro del direttivo dell'Unione e del TC Candiolo, per capire cosa sta succedendo nel variegato e sempre attivo mondo granata.

"L'Unione si è costituita il 24 settembre 2016, ma ha un'origine più lontana, dal marzo 2015 e deriva da un'idea di un sognatore qual è Paolo Bertola, presidente del TC Chieri Roberto Rosato, quando ci fu il primo raduno dei club a Chieri. Da qui la ragione di dare un seguito che è stato concretizzato nel settembre scorso. La nostra è un'associazione Federativa che aggrega club granata su scala mondiale. Siamo partiti con 42 firmatari e dopo un mese siamo già arrivati a 72. Tra i club aderenti possiamo nominare Toro Mio, TC Giuristi Granata, i club di Asti, Alessandria, Don Aldo Rabino, I Fedelissimi di Pesaro e così via. Tra quelli fuori Italia abbiamo il TC di Bruxelles, Las Pamas, Scozia Granata, Buenos Aires, e altri. Quello che ci differenzia e vuole mantenersi tale è che non c'è nessuna quota associativa, dunque l'iscrizione è gratuita. Il direttivo sta per regalare uno striscione allo stadio che sarà posto nei Distinti a breve".

Parlando di finalità Luca Cardinali ha voluto sottolineare: "La nostra prima intenzione è quella di aggregare i TC per condividere gli interessi, ma ogni club manterrà la sua autonomia. Vogliamo essere in tanti e forti verso il mondo esterno. La seconda volontà è quella di coordinare le attività dei singoli club con aiuti concreti, come svolgere le pratiche burocratiche per fondazioni di nuovi club e creare anche una specie di calendario per le varie feste, questo per evitare di sovrapporsi. Inoltre e non ultimo come punto unirci per avere un contatto con il Torino Fc, per snellire la parte burocratica di affiliazione, richiedere eventuali ospiti alle varie manifestazioni e per semplificare anche l'acquisto dei biglietti. Abbiamo già avuto un incontro con il Dott. Andrea Canta".

Insomma la tifoseria granata si sta muovendo anche entusiasta del nuovo corso disegnato da Sinisa Mihajlovic: "Siamo entusiasta di lui, per il suo spirito granata che viene fuori, senza però dimenticare quanto ha fatto Giampiero Ventura, che ha aiutato anche la società a crescere con la sua professionalità da manager".

Per chi fosse interessato a saperne di più può seguire il il sito www.unioneclubgranata.it o scrivere una mail a unioneclubgranata@gmail.com